Informazioni personali

Le mie foto
SCILLA, Reggio Calabria, Italy
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.

giovedì 30 ottobre 2014

REGGIO CALABRIA. Presentata in Prefettura la Cerimonia celebrativa del 4 novembre

REGGIO CALABRIA. Si è svolta presso il Salone degli Stemmi del Palazzo del Governo l’incontro con la stampa presieduto dal prefetto Claudio Sammartino con il comandante del Comando miliare Esercito Calabria generale di brigata Vito Dell’Edera, presenti il questore Guido Nicolò Longo, il comandante della Direzione marittima ‘Calabria - Basilicata tirrenica’ capitano di vascello Gaetano Martinez, il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Lorenzo Falferi, il tenente colonnello Mario Intelisano del Comando provinciale della Guardia di finanza, il comandante provinciale del Corpo forestale dello Stato primo dirigente Giorgio Maria Borrelli. Nel corso dell’incontro con la stampa sono state illustrate le iniziative che avranno luogo nel Capoluogo in occasione del 4 novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, che assumono una particolare rilevanza anche per la concomitanza con la ricorrenza del Centenario della Grande Guerra. Nel suo intervento il Prefetto ha sottolineato come l’insieme delle manifestazioni previste si propongano di ricordare i sacrifici degli uomini che hanno dato la vita per il

REGGIO CALABRIA. Domani in porto la corvetta ‘Sfinge’ con 250 migranti siriani e palestinesi

REGGIO CALABRIA. La corvetta «Sfinge» della Marina Militare arriverà domani nel porto con a bordo 250 migranti, siriani e palestinesi, soccorsi nelle ultime ore nel canale di Sicilia. Tra loro vi sono anche 42 donne e 51 minori. Non sono stati segnalati casi di emergenza sanitaria. La Prefettura ha già attivato la sala operativa per il coordinamento delle operazioni di primo soccorso e accoglienza al momento dell'attracco, a cui partecipano i rappresentanti del Comune, della Provincia, delle forze di polizia, della Capitaneria di porto, dei vigili del fuoco, della Direzione Marittima della Calabria e della Basilicata, del Suem 118, della Protezione civile provinciale e comunale, dell'Azienda sanitaria provinciale, dell'Azienda ospedaliera, dell'Ufficio sanità marittima aerea e di frontiera, delle associazioni di volontariato e della Croce rossa.

REGGIO CALABRIA. Minaccia di morte un commerciante dopo un diverbio e torna a casa per prendere la pistola: arrestato dalla Polstato

REGGIO CALABRIA. Nel primo pomeriggio di ieri, la polizia di Stato ha proceduto all’arresto in flagranza del reato di detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco e minacce gravi, un pregiudicato reggino di 61 anni che, dopo una violenta lite avvenuta all’interno di un esercizio commerciale sito nella zona sud della città, aveva minacciato di morte il titolare e tentato di dare effettivamente seguito alle intimidazioni rivolte, fino al punto di rientrare presso la propria abitazione, impossessarsi dell’arma detenuta ed affrontarlo nuovamente. Il commerciante, nonostante il comprensibile stato di agitazione, è riuscito a segnalare prontamente la vicenda alla sala operativa della Questura e, fornendo il numero di targa dell’auto dell’aggressore, ha consentito agli agenti dell’Upgsp di individuare il malfattore ed impedire che lo raggiungesse in negozio. A seguito di perquisizione personale, l’arrestato è stato trovato in possesso di una pistola calibro 6.35 completa di caricatore rifornito con 7 proiettili e pronta all’uso. La persona è stata, dunque, tratta in arresto e posta a disposizione dell’Autorità giudiziaria che, convalidato il provvedimento restrittivo, ha disposto che lo stesso venisse ristretto in regime di detenzione domiciliare.

ELEZIONI REGIONALI: Graziano: 'La Calabria non cresce? Serve il coraggio di cambiare!'

COSENZA. Con Wanda Ferro per rilanciare le aspettative di sviluppo e di crescita della Calabria. È necessario ritornare a puntare e a investire, come condizione prioritaria, sulle tante eccellenze e sui di punti di forza di questa terra. Dal turismo al patrimonio paesaggistico e ambientale, per finire all’agricoltura e alla pesca: ricchezze, queste, da valorizzare e rendere competitive nella più ampia offerta del Meridione. Abbiamo la necessità, non più prorogabile, di metterci al passo con il resto d’Europa: se riparte la Calabria, riparte l’Italia. Ecco perché, di fianco al rilancio dei territori, urge una netta inversione di rotta anche sull’erogazione dei servizi primari: dal diritto sacrosanto ad una Sanità efficiente, oggi purtroppo ripiegata su stessa a causa di decenni di gestione fallimentare, per finire al diritto essenziale alla mobilità, vitale per garantire la presenza delle nostre aziende nei circuiti economici europei. Da cittadino e uomo del fare, prestato al servizio dello Stato, ho sempre privilegiato il

PALERMO. Esercito sprint: Conclusa con 5 giorni d’anticipo la costruzione del ponte Bailey

PALERMO. Sarà consegnato nella giornata di domani il cantiere di piazza Scaffa dove i genieri dell’Aosta hanno concluso, con cinque giorni di anticipo, il varamento del ponte Bailey. I genieri del 4° reggimento guastatori di Palermo, al comando del colonnello Fausto Antonio Ricchetti, hanno lavorato incessantemente, dallo scorso 27 ottobre, per la posa in opera di un ponte Bailey che sostituirà il vecchio ponte stradale, chiamato delle "teste mozzate". Il ponte militare sarà utilizzato per il tempo necessario alla costruzione di un nuovo ponte, di classe più elevata, che consentirà alla città di poter fruire appieno della linea tranviaria in corso di realizzazione.
Con la consegna del cantiere all’Amat Palermo spa, si conclude l’attività dell’Esercito. Il 4° Reggimento Genio guastatori nel corso degli anni è stato più volte impiegato in molti altri teatri operativi, come l’Albania, la Bosnia, il Kosovo, l’Iraq, il Libano e nei scorsi in in Afghanistan, in tali impegnative missioni ha sempre operato al massimo delle sue eccezionali potenzialità ottenendo sempre pari risultati. I molteplici impegni internazionali non hanno comunque mai interrotto il rilevante quanto silenzioso contributo alla Regione Sicilia ed ai suoi abitanti: infatti l’unità, attraverso le sue preziose attività di bonifica ambientale, manutenzioni stradali, brillamento di ordigni esplosivi, demolizioni di edifici abusivi, e, come in quest’ultima attività, realizzazione di ponti ha sempre collaborato con le autorità civili sul territorio. 

EQUITAZIONE. Roberto Cardona (presidente Fise Calabria): ‘al via il Campionato regionale’

REGGIO CALABRIA. Mancano ormai pochi giorni al taglio del nastro del campionato regionale che incoronerà i più bravi cavalieri calabresi, al termine delle gare che il prossimo weekend dell’1 e il 2 novembre si svolgeranno a Bisignano, in provincia di Cosenza. «Questo campionato si preannuncia già come un successo», dichiara Roberto Cardona, presidente della Federazione italiana sport equestri Calabria. «Innanzitutto per il nutrito numero di iscritti al Campionato Dressage 2014». Una disciplina, il dressage, ricorda il presidente Cardona «che, grazie anche all'opera della capo-dipartimento Claudia Polimeni, sta continuando ad aumentare il suo novero di praticanti e la partecipazione dei nostri allievi a competizioni e corsi di carattere anche nazionale; basti pensare allo stage, da poco conclusosi, con Vincenzo Truppa, padre dell’olimpionica Valentina Truppa, attestatasi nell’ultimo campionato mondiale nelle prime posizioni». «A Bisignano, inoltre, si svolgerà per la prima volta il Campionato regionale di Completo di Equitazione», prosegue il presidente della Fise Calabria, «che avrà luogo, oltretutto, in un

CROSIA. Assessore Stasi: ‘Halloween occasione di socializzazione per bambini e famiglie’

Simona Stasi assessore comunale al Turismo
CROSIA (CS). Halloween per socializzare. Una festa che esalti non il valore della tradizione ad essa collegata, ma l’occasione per stare insieme e condividere un momento di svago rivolto soprattutto alle famiglie e ai bambini. Con questa mission l’Amministrazione Comunale ha inteso promuovere “Happy Halloween”, l’evento che si svolgerà domani, dalle ore 15 alle ore 21 in piazza Dante, a Mirto. È quanto fa sapere il consigliere comunale con delega al Turismo, Simona Stasi che, insieme all’Amministrazione comunale ha inteso appoggiare la

REGGIO CALABRIA. Atam: il prefetto Sammartino convoca una riunione

REGGIO CALABRIA. Il prefetto Claudio Sammartino ha convocato per il prossimo 6 novembre alle ore 10.30 una riunione per esaminare la situazione dell’azienda municipalizzata dei trasporti Atam spa. Alla riunione che avrà luogo presso il Salone degli Stemmi del Palazzo del Governo, parteciperanno il sindaco Giuseppe Falcomatà, l’assessore regionale ai trasporti, Luigi Fedele, il direttore territoriale dell’Inps, l’amministratore unico dell’Atam Antonino Gatto e i segretari generali provinciali delle organizzazioni sindacali.

REGGIO CALABRIA. Pubblicato dalla Provincia il bando per il consolidamento della Fortezza Santo Niceto

REGGIO CALABRIA. E’ stato pubblicato il bando per l’intervento di consolidamento del Castello Santo Niceto, nel Comune Motta San Giovanni. L’appalto, il cui importo complessivo è pari a duecentodiecimila euro finanziato con fondi di Bilancio dell’Ente, tende alla conservazione e al consolidamento delle strutture superstiti degli edifici “Palazzo Nord con torre annessa e Chiesa”. La quasi totalità degli edifici interni alla fortificazione, la cinta muraria e la porta d’ingresso, fiancheggiata e protetta da due torri quadrate, che versavano in tale stato di avanzato degrado strutturale, sono stati già obiettivi di due progetti di consolidamento e recupero strutturale ed architettonico per conto del Comune di Motta San Giovanni e completati già nel 2007. 
Giovanni Verduci
Da tali progetti erano rimasti esclusi gli interventi relativi al Palazzo Nord e alla Chiesa che, adesso, trovano spazio nel bando da poco pubblicato. In particolare, si opererà un restauro conservativo mediante l’eliminazione della vegetazione infestante, la risarcitura della malta di allettamento, la reintegrazione dei settori mancanti con le stesse regole costruttive, la riaggregazione delle murature, la ricucitura delle lesioni, la protezione della linea di colmo. Centoottanta sono i giorni utili per l’esecuzione dei lavori dalla data di consegna, mentre il tre dicembre rappresenta il termine ultimo per presentare le offerte. “Santo Niceto rappresenta la fortificazione tardobizantina meglio conservata di tutta l’Italia meridionale – dichiara il vicepresidente dell’Amministrazione provinciale Giovanni Verduci. Finalmente, nonostante il ritardo non imputabile agli uffici provinciali, sarà possibile proseguire l’opera di restaurazione e consolidamento. L’intervento, infatti, mira a completare il restauro della fortificazione nel parti escluse dai precedenti lavori con l’auspicio che si possa, in breve tempo, trasformare il sito in un concreto volano di sviluppo turistico, quindi anche economico, del territorio che lo circonda. Il Castello – continua Verduci – ha suscitato sempre l’interesse di storici, archeologi, addetti ai lavori, turisti e importanti associazioni come il Touring Club Italiano che, da poco, ha dedicato alla fortezza la copertina della propria pubblicazione. Tuttavia – conclude il vicepresidente – le potenzialità del castello non sono state ancora totalmente sfruttate, è necessario l’impegno di tutti affinché questa risorsa si trasformi in reale opportunità”.

BOVALINO. Trasportatava parti di auto di illecita provenienza: arrestato dai carabinieri

BOVALINO. Ieri i carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto G. M., 50 anni, di San Luca, ritenuto responsabile di riciclaggio e violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, dopo aver omesso di fermarsi al segnale di “alt” impostogli dai militari operanti, i quali lo hanno intercettato “con un colpo d’occhio” e una “rapida” inversione di marcia durante un regolare servizio di pattuglia in uniforme e su autovettura con colori d’istituto, si è dato alla fuga per le vie del centro alla guida di un autocarro fino a quando, dopo essersi impantanato in un oliveto, è fuggito a piedi, vendendo raggiunto poco dopo dai militari, i quali sono riusciti a bloccarlo e trarlo in arresto, dopo una breve colluttazione nel corso della quale uno dei militari è rimasto leggermente ferito dai tentativi dell’uomo di divincolarsi. L’immediata perquisizione dell’autocarro ha consentito di rinvenire all’interno dello stesso diverse parti di varie autovetture con la matricola punzonata, sul conto delle quali sono stati avviati opportuni accertamenti al fine di verificarne la provenienza e risalire ai reali proprietari. È quella del reato di riciclaggio un ipotesi di delitto sanzionata in maniera molto severa dal codice penale: infatti, essa punisce con la reclusione da 4 a 12 anni e con la multa da 1.032 a 15.493 euro “chiunque fuori dai casi del concorso nel reato, sostituisce o trasferisce denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto non colposo, ovvero compie in relazione ad essi operazioni, in modo da ostacolare l’identificazione della loro provenienza delittuosa”. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo, su disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Locri, dottoressa Simona Ferraiuolo. Nell’udienza di convalida odierna, il Giudice per le indagini preliminari, nel convalidare l’arresto, ha disposto nei confronti di G. M. la misura cautelare degli arresti domiciliari.

ROMA. "Piedone a Ostia": Bud Spencer compie 85 anni

(ph Paolo Pizzi)
ROMA. Domani è il compleanno di Carlo Pedersoli, idolo del nuoto italiano, il primo azzurro ad infrangere il muro del minuto nei 100 stile libero, l'amico delle famiglie italiane che ha fatto sorridere con decine di film, compie 85 anni. Un traguardo importante anche per tutti i suoi fans, grandi e piccoli, sparsi per il mondo. Comprese le ragazze della Nazionale giovanile di pallanuoto che lo hanno invitato al Centro Federale di Ostia in occasione del common training con la Spagna, in programma fino a sabato 1 novembre. Quella di oggi è stata una giornata in piscina tra sorrisi, palombelle e foto ricordo. A ricevere in Grande Bud, il Commissario Tecnico del Setterosa Fabio Conti, il suo vice e tecnico responsabile della giovanile Paolo Zizza, il direttore del Centro Federale di Ostia Giuseppe Castellucci e le sedicenni di Italia e Spagna. "Complimenti ragazze perchè avete la fortuna di poter lavorare in un impianto così moderno, completo e funzionale come il Centro Federale di Ostia", sono state le prime parole di Carlo Pedersoli che ha

PIZZO CALABRO. La Guardia costiera trasferisce uova di tartaruga non schiuse a Napoli

PIZZO CALABRO (VV). Si è conclusa senza alcun problema nella tarda serata di ieri l’operazione di trasferimento, da Pizzo a Napoli, delle uova di tartaruga non schiusesi e, pertanto, a rischio di perdita, a seguito dell’abbassamento delle temperature. La nidificazione di una Tartaruga marina sul litorale di Pizzo ha rappresentato un evento eccezionale che non ha mancato di suscitare l’attenzione degli studiosi, dei volontari del Wwf e della gente comune che hanno atteso la schiusa delle uova, per oltre due mesi, a partire dal 21 agosto, data della deposizione. Da parte sua il Comando della Capitaneria di porto di Vibo, sin dal primo momento, ha manifestato concretamente il proprio impegno per la tutela del nido collaborando, attivamente con gli enti scientifici e le associazioni ambientalistiche. Secondo gli esperti, quello di Pizzo è stato, sin dal principio, un nido a rischio, proprio a causa della data tardiva in cui erano state deposte le uova (86 in tutto), con conseguente maturazione degli embrioni in un periodo che coincideva con la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, con l’immancabile abbassamento della temperatura.
Inoltre, nel corso di questi mesi il nido era stato investito da due mareggiate che hanno rischiato di compromettere in maniera irreparabile la schiusa delle uova. Per fortuna, a cominciare da domenica scorsa, quattordici tartarughine hanno avuto la forza di sgusciare via e

REGGIO CALABRIA. “Cambiare, Reggio Cambia” propone Filippo Bova come presidente del Consiglio comunale

REGGIO CALABRIA. Parola d’ordine: partecipazione. Il Movimento “Cambiare, Reggio Cambia”, appena conclusasi la “parentesi” elettorale, ha convocato tutte le sue componenti per analizzare l’esito del voto e porre in essere le prime importanti questioni da sottoporre alla nuova guida amministrativa della Città di Reggio Calabria. Un’analisi, quella post-voto, schietta, senza voli pindarici e falsi entusiasmi, ma che fotografa una realtà fino a qualche mese fa impensabile ai più: eppure il Movimento “Cambiare, Reggio Cambia” sin dalla sua partecipazione alle Primarie per la scelta del candidato sindaco ha voluto rappresentare un unicum nel panorama politico locale. Essere la prima (ed unica) forza civica all’interno della maggioranza, senza essere espressione di alcun “colonnello” romano o regionale di questo o quel partito. «Siamo certamente soddisfatti – afferma Filippo Bova che sarà il consigliere comunale per il Movimento – e siamo altresì pronti per iniziare a lavorare. A breve formalizzerò le mie dimissioni da Presidente di “Cambiare, Reggio Cambia” e individueremo una persona al nostro interno che sappia portare avanti questa organizzazione che vi assicuro è molto complessa in termini di impegni e di progettualità». Nel suo intervento Bova ha

REGGIO CALABRIA. Giuseppe Filice vince la terza edizione di Paesaggi D'Istanti

REGGIO CALABRIA. Si è conclusa con la vittoria a migliore autore di Giuseppe Filice la terza edizione di Paesaggi D'Istanti, il concorso fotografico dei Borghi Solidali. "L'antica chiesetta" è lo scatto migliore della competizione che ha inoltre incoronato come vincitori, per la sezione Paesaggio Grecanico, Luciano Arcudi con "Verso la montagna", premiato per la categoria luoghi e borghi, Antonio Toscano, con il suo "Paradiso Perduto" per la categoria paesaggi sfigurati ed infine Massimo Collini che con il suo racconto "A Tunduta (la tosatura)" vince la sezione Portfolio. Anche quest'anno la giuria ha premiato le emozioni regalate dalle immagini dei fotoamatori calabresi che con occhio attento e sensibile hanno voluto raccontare i borghi dell'Area Grecanica e più in generale, il paesaggio naturale e sfigurato dei nostri territori. Promosso dall’Associazione Pro-Pentedattilo onlus, in collaborazione con il Parco Ecolandia, il Cine Foto Club Vanni Andreoni di Reggio Calabria, con la rivista trimestrale Calabria Sconosciuta e con il

mercoledì 29 ottobre 2014

REGGIO CALABRIA. Giuseppe Falcomatà proclamato sindaco

REGGIO CALABRIA. Nel burrascoso pomeriggio reggino, il neo sindaco Giuseppe Falcomatà, si è insediato a Palazzo San Giorgio, ufficializzando così il ruolo di primo cittadino, affidatogli dalla popolazione reggina. La vittoria è stata netta, più del 60% dei reggini hanno espresso il loro voto in suo favore, così che, già dopo lo spoglio dei primi seggi, il risultato sembrava essere abbastanza chiaro e netto. L'appuntamento era per le 17, ma il neo sindaco, si è presentato in anticipo, giusto per rimarcare, sempre di più, la voglia di fare che lo contraddistingue. Un applauso ha accompagnato il suo ingresso  nel Salone dei Lampadari. Il neo sindaco è apparso visibilmente emozionato. Falcomatà ha annunciato per le prossime ore la Giunta nella quale ci saranno 4 donne su 9 assessori.
Al termine il neo-sindaco ha avuto un breve colloquio col prefetto Gaetano Chiusolo, capo della terna commissariale che ha retto per due anni il Comune dopo lo scioglimento per contiguità mafiosa.Dopo il discorso di ringraziamento iniziale, Giuseppe è entrato nella stanza del sindaco per le foto di rito. La stanza, non è quella di suo padre, poiché tempo fa, era situata al piano terra, ma i mobili sono quelli usati dal padre, durante il suo mandato. La speranza più grande è che proprio come il padre, anche Giuseppe, sappia prendere in mano un'ormai sbandata Reggio Calabria, per condurla verso un futuro migliore. La città ci crede, tutti si affidano a lui, come tempo fa si affidarono al grande Italo, i cittadini voglio finalmente cambiare pagina e dare una svolta alla città. I presupposti sembrano esserci, la speranza non manca, ora tocca a te: IN BOCCA AL LUPO SINDACO!
Pasquale Scopelliti

ELEZIONI REGIONALI. Il Movimento Democratico presenta la candidatura di Tullio Calabrò nella lista “Oliverio Presidente – sipuòfare”

Tullio Calabrò
VILLA SAN GIOVANNI. Il Movimento Democratico presenta la candidatura di Tullio Calabrò alle prossime elezioni regionali nella lista “Oliverio Presidente – sipuòfare”. Tullio è da tempo membro del Movimento Democratico al quale partecipa con entusiasmo e competenza nonostante la distanza. Infatti, nato e vissuto a Villa San Giovanni, ha lavorato dal 1980 al 1991 nel Comune di Villa San Giovanni ma successivamente si è trasferito e ha iniziato a lavorare al Comune di Reggio Emilia maturando un’esperienza importante nel settore finanziario e degli investimenti pubblici. In particolare ha seguito i rapporti con la Banca Europea degli Investimenti, dalla quale il Comune di Reggio Emilia ha ottenuto linee di credito a tassi ridotti, con la Cassa Depositi e Prestiti per mutui e con la Monte Titoli per la gestione dei Boc. Nel comune di Bagnolo in Piano, dove risiede, è stato il primo calabrese ad essere eletto consigliere per

REGGIO CALABRIA. La Cidec si congratula con il neo sindaco Giuseppe Falcomatà

REGGIO CALABRIA. La Cidec si congratula con il neo eletto sindaco Giuseppe Falcomatà per il risultato ottenuto, frutto di un impegno sistematico di approfondimento delle tante emergenze della città e dei cittadini, che lo ha visto percorrere il lungo e in largo i quartieri di Reggio e non sottrarsi alle tante, pressanti richieste dei sui abitanti. Dialogo, ascolto, comprensione sono sicuramente gli elementi vincenti di una corretta dialettica anche tra istituzioni e organizzazioni sindacali; per questo, dopo i 2 anni di assoluto oscurantismo della gestione commissariale del Comune, siamo certi di aver rintracciato nel nuovo Sindaco i principi su cui basare un rapporto proficuo di collaborazione. La Cidec ritiene che nessuna buona Amministrazione possa prescindere da un corretto rapporto con le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro: siamo certi che il neo sindaco saprà far tesoro del nostro bagaglio di conoscenze e di esperienze che, con grande entusiasmo, mettiamo fin da subito a sua disposizione e a disposizione della nostra città che vorremmo finalmente veder fuori dal pantano in cui è rimasta avvinta e riprendere il posto che le spetta per la sua storia millenaria e per la solerzia e alacrità dei suoi cittadini. Sfide importanti e impegnative attendo la nuova Amministrazione, ma soprattutto sfide fondamentali per la rinascita della città: tutti devono partecipare, in nome del bene comune, e dare il loro contributo affinché da queste sfide Reggio esca vittoriosa. Per questo auguriamo un buon lavoro al Sindaco e alla sua Giunta e ribadiamo la nostra ferma volontà e disponibilità a svolgere al meglio il nostro ruolo e le nostre funzioni di indirizzo,verifica e controllo.
Giuseppe Martorano
presidente provinciale Cidec
Sergio Marino
segretario provinciale Cidec

ROMA. Ricorso Malagò: la Caf riduce inibizione a 8 mesi

ROMA. La Commissione d'Appello Federale, composta dal presidente Pier Salvatore Maruccio e dai componenti Massimo Bevere e Daniela De Tommaso, ha ridotto a otto mesi di sospensione l'inibizione del presidente del Circolo canottieri Aniene Giovanni Malagò da ogni attività sociale e federale.
Le motivazioni saranno depositate entro trenta giorni. La decisione della Caf è stata adottata in relazione al ricorso presentato dal presidente del CC Aniene Giovanni Malagò avverso l'inibizione di 16 mesi disposta dalla Commissione Disciplinare lo scorso 29 settembre.
Presenti all'udienza gli avvocati della parte ricorrente, professori Guido Valori e Alberto Angeletti.

REGGIO CALABRIA. Agli arresti domiciliari sorpreso fuori dall’abitazione: arrestato dai carabinieri

REGGIO CALABRIA. Nel corso del controllo del territorio i carabinieri della Stazione Reggio-Ortì hanno arrestato G. M., 51 anni, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione poiché accusato di aver favorito la latitanza di Giovanni Tegano, poi arrestato nel 2010. I carabinieri nell’effettuare il controllo presso il domicilio dello stesso, lo hanno sorpreso fuori dalla propria abitazione, in violazione delle prescrizioni dettate dal provvedimento giudiziario. Solo qualche giorno prima lo stesso si era reso responsabile della medesima violazione. A seguito della sua condotta, l’uomo è stato accompagnato presso la caserma di Ortì, in attesa del giudizio direttissimo nel corso del quale il Gip del Tribunale ha convalidato l’arresto per evasione eseguito dalla polizia giudiziaria e ha disposto nuovamente la sottoposizione di G. M. alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Il costante e assiduo controllo da parte dei carabinieri della Compagnia capoluogo dei soggetti sottoposti alle misure cautelare e alternative al carcere disposte dall’Autorità giudiziaria reggina ha permesso, negli ultimi due mesi, di constatare oltre 10 violazioni con il contestuale arresto dei trasgressori.

LOCRIDE. Controlli dei carabinieri: 4 arresti, 11 denunce e 2 piantagioni di canapa scoperte

LOCRIDE. Continuano serrate le attività di controllo del territorio, svolte dai carabinieri del Gruppo di Locri nell’ambito della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino, come continuano a essere allestiti numerosi posti di controllo e anche alcuni posti di blocco a due sensi di marcia sia nel presidio dei punti di obbligato passaggio della giurisdizione di competenza, sia nelle aree rurali e nelle periferie dei principali centri urbani, come anche sono numerose le perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari effettuate. All’esito del servizio, tra l’altro, i carabinieri della Stazione di San Luca, nella tarda mattinata di ieri, insieme ai colleghi dello Squadrone eliportato cacciatori Calabria di stanza in Vibo Valentia hanno: tratto in arresto Asgar Mussadar e Ahmad Riaz, rispettivamente 38enne e 33enne, entrambi di origine pakistana, regolari sul territorio nazionale, colti nella

REGGIO CALABRIA. Sabato al Cartella per il popolo curdo e la resistenza di Kobanê

REGGIO CALABRIA. Sabato 1° novembre dalle ore 18 al c.s.o.a. Angelina Cartella, nell’ambito della giornata di mobilitazione mondiale a sostegno della resistenza curda, si terrà un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione sull’importante esperienza di Kobanê.
Nella città di Kobanê, da oltre un mese assediata dalle milizie fondamentaliste dell'autoproclamato Stato Islamico di Irak e Siria (Isis), le forze di difesa popolari curde delle Ypg/YpJ ed il Pkk (Partito dei Lavoratori del Kurdistan turco) stanno lottando strenuamente strada per strada, per difendere il progetto dell'autonomia democratica del Rojava, la zona del nord della Siria resasi indipendente nel corso della guerra civile siriana, dove un popolo eterogeneo di curdi ed arabi, assiri, caldei, armeni, turcomanni e ceceni hanno dato vita ad un autogoverno comunitario basato sulla convivenza pacifica fra tutti gli strati della società, il rispetto del principio di uguaglianza, contro la discriminazione religiosa e di genere, nella ricerca di un equilibrio ecologico. Un’esperienza che affonda le sue radici nella lunga lotta di resistenza dei curdi contro le politiche negazioniste che ne hanno ignorato i diritti ed il riconoscimento come popolo. Un progetto che rappresenta una reale opzione di democrazia partecipativa dal basso per il Medio Oriente e per il mondo intero contro le politiche neoliberiste e colonialiste delle democrazie rappresentative dell'Occidente e del capitalismo di stato del socialismo reale. È questa esperienza sociale, la più avanzata nel mondo, che deve essere annientata. Le bande di Isis stanno effettuando il lavoro sporco per conto di una coalizione occidentale che bombarda altrove, che arma le milizie curde irachene filoamericane leste a dileguarsi all’avanzata di Isis abbandonando i civili alle sue atrocità, o che semplicemente “sta a guardare” come la Turchia. Con la nostra mobilitazione mondiale di questo 1° novembre noi dichiariamo invece che Kobanê è un nostro bene comune e come tale va difeso e per far questo chiediamo di:
  • Disarmare Isis e isolare gli Stati che lo sostengono (Arabia Saudita, Qatar, Turchia);
  • Aprire immediatamente un corridoio al confine turco che consenta aiuti umanitari e rifornimenti alle forze di difesa curde;
  • Riconoscere l’autonomia democratica del Rojava;
  • Riconoscere politicamente il movimento curdo in Rojava e in Turchia, movimento che si è dimostrato finora l’unico sul campo in grado di fronteggiare l’avanzata di Isis, anche togliendo il Pkk dalla lista delle organizzazioni considerate “terroristiche”.
DIFENDIAMO KOBANÊ! PACE IN KURDISTAN E PER TUTTI I POPOLI DEL MEDIO ORIENTE!
c.s.c. Nuvola Rossa
c.s.o.a. Angelina Cartella
Co.S.Mi. - Comitato Solidarietà Migranti
Cobas Scuola - Reggio Calabria
Collettivo UniRC - AteneinRivolta

martedì 28 ottobre 2014

CALCIO JUNIORES REGIONALI. Villese a valanga sulla Bagnarese

Crico in azione (ph Diabolik Calcio)
VILLA SAN GIOVANNI. Il derby della Costa Viola si colora di neroverde. Gara a senso unico, già chiusa nel primo tempo con il risultato di 3 a 0.
VILLESE - BAGNARESE 7 - 0
MARCATORI: Iannone (rig), Spezzano, Bentivoglio, De Franco (rig), Crisalli, Morabito
BAGNARESE: Minutolo, Foti, Barillà, Velardo, Romeo G., Giuffrè, Romeo A., Maceri, Borruto, Musumeci R. all. Sqillace
a disposizione: Quattrone
VILLESE: Schepis, Lapira (Falcone), Cuzzola (Crico), Gazzetta, Cuzzocrea, Barresi (Favano), Bentivoglio, De Franco, Iannone (Romano), Morabito, Spezzano (Crisalli). all. Sergi e Sassi
a disposizione: Votano, Stillitano
ARBITRO: Cortale di Locri

BOVALINO. Operazione ‘Puerto liberado’: latitante si costituisce alla Polstato

BOVALINO. Stamani, si è costituito agli agenti del locale Commissariato di PS, Antonio Calabrò, 25 anni, del luogo, destinatario di ordinanza di custodia cautelare emessa Tribunale di Reggio Calabria nell’ambito dell’operazione “Puerto liberado” condotta dalla Guardia di finanza e dalla Dda reggina. Il giovane, è stato così trarlo in arresto per il delitto di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti importate in Italia dall’estero. In particolare, Calabrò, ritenuto contiguo alle cosche di ‘ndrangheta dei Romeo - intesi “stacchi”– e dei Giorgi di San Luca, avrebbe assunto il ruolo di emissario dell’organizzazione criminale in Olanda con il compito precipuo di recuperare la cocaina in arrivo nel porto di Rotterdam, reperire i finanziatori e importare la sostanza stupefacente in Italia attraverso un veliero. L’arresto odierno si correla alla cattura di un altro soggetto latitante, Vincenzo Crisafi, 34 anni, eseguito lo scorso mese di agosto a Roma, al culmine di un’attività di indagine condotta dagli uomini del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e dalle Squadre mobili di Reggio Calabria e della Capitale. Dopo le formalità di rito, Antonio Calabrò è stato associato presso la casa circondariale di Locri a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

REGGIO CALABRIA. Cambia volto l’area degli ex Mercati generali di via Aspromonte

REGGIO CALABRIA. Una zona importante e centrale della città si avvia ad essere consegnata alla fruizione pubblica. Si tratta dell’area degli ex Mercati generali di via Aspromonte i cui lavori di riqualificazione procedono spediti. L'intervento previsto all'interno del programma Pisu va ad incidere significativamente su l'area che ha una superficie di circa 4.000 mq. L'intervento di dismissione e recupero è stato caratterizzato dalla demolizione dei vecchi edifici e dalla consequenziale sistemazione a verde attrezzato, con annesso il restauro della scalinata che collega la via Argine destro Calopinace con l'area degli ex mercati.
Uno degli obiettivi è la rigenerazione di un'area, particolarmente significativa per la città grazie alla sua centralità e alla sua vicinanza a strutture pubbliche come scuole e uffici pubblici, ed il conferimento ad essa della naturale funzione aggregativa e socializzante, restituendo alla cittadinanza l'opportunità di vivere spazi urbani in chiave ecologica.
 L'intervento prevede:
  • opere di arredo e verde urbano, nonché il relativo impianto di illuminazione, con obiettivo di farla diventare un punto di riferimento per i cittadini.
  • la realizzazione di un'area di sosta veicolare, con obiettivo quello di decongestionare e farla diventare un punto di interscambio per i cittadini, dal quale spostarsi a piedi o con i mezzi pubblici.

ROSSANO. Antonelli: 'Partnership con Matera per consacrare l’Anno del Codex'

Lorenzo Antonello vice presidente Consiglio comunali
ROSSANO (CS). Città del Codex, un progetto da costruire insieme ai territori. È essenziale avviare nuove sinergie anche oltre i confini della Calabria. Insieme a Matera, che sarà capitale Europea della cultura per il 2019, si potrebbero pianificare nuove strategie di marketing e tessere a trame più strette la rete di collegamenti culturali e turistici, attraverso quella linea comune che unisce le regioni meridionali. Rossano, pertanto, può diventare uno degli avamposti cardine della grande programmazione socioculturale, su scala internazionale, che vedrà proprio la Città dei Sassi al centro di numerose iniziative. Ecco, allora, una delle iniziative che potrebbe caratterizzare il 2015 Anno del Codex: la concretizzazione di una partnership operativa proprio con il capoluogo lucano. È quanto ribadisce il vice presidente del Consiglio comunale Lorenzo Antonelli che, raccogliendo le considerazioni emerse nell’approfondimento giornalistico dell’Eco dello Jonio dello scorso sabato 25 ottobre nel rimarcare la grande eccezionalità artistica custodita dalla nostra città, inserisce una nuova proposta a quel ricco carniere di idee e

REGGIO CALABRIA. Evade da una struttura psichiatrica di Saline Joniche ma viene subito arrestato dai carabinieri

REGGIO CALABRIA. Ancora una volta risolutivo si è dimostrato l’intervento dei carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia Capoluogo supportati dalla centrale operativa 112 del Comando provinciale. A seguito della segnalazione della fuga di un paziente di 43 anni da una struttura psichiatrica di Saline Joniche dove lo stesso era sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti ed estorsione ai danni dei genitori, i militari sono intervenuti immediatamente al fine di rintracciare il soggetto. Nell’evenienza che l’uomo potesse recarsi dai propri genitori per compiere insani gesti nei loro confronti, è stato predisposto un dispositivo costituito da una pattuglia ad attendere il soggetto nell’abitazione dei congiunti, ed altre gazzelle gravitanti nei pressi delle stazione ferroviarie limitrofe. Un’oretta e mezza dopo, l’evaso ha bussato al citofono dell’abitazione dei genitori facendo ingresso, è stato sorpreso dai militari che immediatamente lo hanno bloccato, perquisito e tratto in arresto per il reato di evasione. A seguito della sua condotta, l’arrestato è stato nuovamente accompagnato presso la struttura psichiatrica dove, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato dinanzi al Gip del Tribunale di Reggio Calabria, che ha convalidato l’arresto eseguito dalla polizia giudiziaria e ha disposto la traduzione dello stesso presso la Casa circondariale Reggio - Arghillà.

PROVINCIA. L'Assessorato all'Agricoltura sbarca nel Regno Unito per “Real Italian Wine & Food”

REGGIO CALABRIA. L'Assessorato provinciale all'Agricoltura, guidato da Gaetano Rao, sbarca nel Regno Unito, per “Real Italian Wine & Food”, evento, giunto alla quarta edizione, interamente dedicato alla promozione delle produzioni enologiche e agroalimentari. Saranno otto le aziende vitivinicole, selezionate dalla Provincia di Reggio Calabria, che staccheranno il biglietto per Londra in una data simbolica e “propiziatoria”. Martedì 11 novembre, infatti, si spalancano le porte del prestigioso Church House Conference Centre, a pochi passi da Westminster, dalle ore 10 alle ore 18. Al Real Italian Wine & Food sono invitati esclusivamente operatori di settore: agenti, distributori, buyers di ristoranti, enoteche, delicatessen, vendita on line, sommelier di ristoranti di alto livello, chef, critici e giornalisti di riviste di settore. “Premesse sostanziali – annota l'assessore Rao – per garantire buoni risultati di promozione, per il tramite di operatori qualificati. L'obiettivo è quello di sviluppare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l'estero, con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese”. Infatti, anche quest’anno, l’Ice (Italian Trade Agency) è partner operativo del Real Italian Wine & Food. L'Agenzia ha il compito di agevolare e sviluppare l'internazionalizzazione delle imprese italiane nonché la commercializzazione dei beni e servizi italiani nei mercati internazionali. “Credo, fortemente, che le potenzialità dell'evento londinese – afferma Rao – si concretizzino, realmente, nella creazione di una rete distributiva nel Regno Unito per i nostri produttori di vini autoctoni. Non stiamo parlando di una semplice messa in posa di una “rosa” di vini a forte identità territoriale, a Londra, le aziende reggine potranno giocare la “carta” dell'export”. Il Regno Unito – ad affermarlo è il Real Italian Wine - rispetto ad una congiuntura economica globale difficile, è oggi avviato ad una ripresa economica e “l’importazione di vini italiani nel Paese – (ndr. www.therealitalianwine.co.uk) segna già da tempo numeri in positivo, confermando la sua importanza per le esportazioni italiane di vino e agroalimentare. Ciò è anche dovuto al crescente interesse del pubblico britannico verso l’Italia e quindi per i suoi prodotti”.

PALERMO. Palazzo Sclafani: una caserma dell’Esercito tra le perle architettoniche della città

PALERMO. Si sono conclusi nello scorso fine settimana i quattro weekend all'insegna della riscoperta di patrimoni artistici straordinari normalmente nascosti alla cittadinanza. Il festival "le vie dei tesori", voluto e supportato da più di trenta tra istituzioni e associazioni locali, ha consentito di mostrare oltre 70 luoghi in gran parte inediti attraverso visite guidate da esperti, artisti, scrittori, che hanno fatto parlare questi tesori, riempiendoli di talk, spettacoli, incontri, mostre, legati alla loro identità, alla loro storia, alle loro suggestioni.
Tra questi, una delle mete più sconosciute ed apprezzate è stato lo storico Palazzo Sclafani, oggi sede del Comando Regione Militare Sud. L'imponente edificio medioevale è stato raccontato da un team di appassionati studiosi che si sono avvicendati nelle otto giornate di apertura a raccontare i settecento anni di storia vissuti dentro ed intorno al palazzo. Correva l'anno 1330 quando Matteo Sclafani, conte di Adernò e cognato del potente Manfredi di Chiaramonte, per eguagliare quest'ultimo in magnificenza, decise di costruirsi una dimora di pari dignità. La famiglia però ne potè disporre solo per circa un secolo: infatti, nel 1435, il palazzo divenne l'Ospedale della città di Palermo, per poi passare a rango di caserma a partire dal 1852. 

MOTTA SAN GIOVANNI. Pericolosità torrente Oliveto: il Gip di Reggio accoglie l’opposizione all’archiviazione

MOTTA SAN GIOVANNI. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Reggio Calabria ha accolto l'opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dal pm relativa ai gravi rischi a carattere anche idro/geologico inerenti al torrente Oliveto della frazione Lazzaro. Il Gip nel prendere atto della nota del tecnico comunale che richiama di fatto al sopralluogo compiuto il 5 aprile 2013 (su cui si fonda in sostanza la richiesta del pm) dai tecnici della Provincia, non ritiene che il contenuto del precitato accertamento ricognitivo sia in grado "di chiudere" il procedimento in ordine al suo oggetto precipuo rappresentato dalla reale messa in sicurezza del torrente con eventuale sussistenza delle responsabilità da parte degli enti competenti.
E’ vero che col predetto sopralluogo si “prende posizione” in ordine all’eliminazione della fitta vegetazione in precedenza fattore ostativo all’ordinario deflusso delle acque sul predetto torrente, ma è altrettanto vero che, per come documentato e denunciato nel tempo dall’opponente, i “problemi” che, interesserebbero il predetto flusso d’acqua sarebbero più ampi e di più ampia portata laddove si paventa dai denuncianti l’esistenza di varchi d’accesso allo stesso mai di

REGGIO CALABRIA. Domani il movimento ‘Cambiare, Reggio Cambia’ terrà una conferenza stampa post voto

Filippo Bova neo consigliere comunale
REGGIO CALABRIA. Domani con inizio alle ore 18, presso l'E Hotel , il movimento ‘Cambiare, Reggio Cambia’ terrà una conferenza stampa post voto. La conferenza stampa si pone come occasione di confronto ed analisi del voto delle ultime consultazioni amministrative comunali che hanno visto il presidente del movimento ‘Cambiare, Reggio Cambia’, dottor Filippo Bova, risultare eletto in consiglio comunale. In particolare, verranno presentate le linee programmatiche e gli orientamenti in vista delle future elezioni regionali del prossimo 23 novembre.

REGGIO CALABRIA. Domani alla Provincia apre la mostra fotografica di Rosario Cananzi

REGGIO CALABRIA. "La costa e la città di Reggio Calabria nella prospettiva del navigante" è il tema di una particolare mostra fotografica promossa dalla Provincia congiuntamente con l’Associazione culturale Anassilaos che sarà inaugurata domani alle ore 11, presso la sala espositiva dell’Amministrazione provinciale. La mostra si basa su una sola fotografia, alta 30 centimetri e lunga circa trentottometi (38 metri)  che raffigura la costa dallo stabilimento Omeca  fino a Pezzo di Villa San Giovanni. L'immagine è composta da ben 16 pannelli di 30cm x 220cm, che montati vicini combaciano perfettamente e formano un'unica foto. Inoltre, sarà esposto un pannello sempre 30x220 cm riguardante Cannitello e un altro 30x220 cm su Scilla. Autore della lunga sequenza fotografica sulla costa reggina fotografata dall’alto, è Rosario Cananzi, tra i più significativi fotoreporter reggini promotore, insieme alla Provincia e all’Associazione Anassilaos, di altre importanti iniziative espositive, tra le quali quella dedicata al viaggio di Madre Teresa di Calcutta a Reggio Calabria.

MESSINA. Il Museo di Forte Cavalli inaugurata la stagione museale ‘Il Forte e la Storia’

MESSINA. La stagione ha avuto inizio con la presentazione delle "opere del Genio Militare tra il XIX e il XX secolo per la tutela e la salvaguardia del territorio dal rischio idrogeologico". Forte Cavalli, oltre che un esemplare modello di architettura militare, è da tempo importante polo storico e culturale per la città e per questo sede naturale per l'odierno percorso museale. L'evento, organizzato con il patrocinio dell'Assemblea Ragionale Siciliana, in collaborazione con il Comando Regione Militare Sud, la "Brigata Aosta", l'Ispettorato dipartimentale delle Foreste e l'Azienda foreste demaniali di Messina, ha visto la partecipazione del generale di corpo d'armata Corrado Dalzini, comandante della Regione Militare Sud e dell'onorevole Giovanni Ardizzone, presidente dell'Assemblea Ragionale Siciliana, oltre ad altre numerose autorità militari e civili dell'isola.
Il Forte, originariamente denominato Batteria Monte Gallo e successivamente intitolato al generale Giovanni Cavalli, è una delle 22 batterie facenti parte del sistema difensivo dello Stretto di Messina realizzato tra il 1884 e il 1914. La fortezza, capace di resistere al terremoto del 1908 e alle due guerre mondiali, una volta dismessa dalla Marina militare nel 1954, è stata sottoposta ad un lungo periodo di abbandono e di degrado. Dopo essere stato dichiarato bene storico-artistico, il Forte è stato recuperato, reso fruibile e restituito alla collettività ed è oggi sede del museo storico della fortificazione permanente dello stretto di Messina.

MILANO. Il 5 novembre apre la mostra ‘Un’idea di ritratto’ del noto artista Mario Benedetto

MILANO. Mercoledì 5 novembre alle ore 18, presso lo Spazio Calabria di via Broletto (metro Cordusio), sarà inaugurata la mostra ‘Un’idea di ritratto’ dell’architetto scillese Mario Benedetto. L’evento, che sarà presentazione da Luca P. Nicoletti, prevede interventi musicali di Michele Sangineto. In attesa che si possa effettuare una rassegna vasta e articolata che permetta di seguire in maniera organica l’intera produzione di quest’autore, quest’esposizione che si apre allo Spazio-Calabria, ci mostra una personale ricerca di linguaggio portata avanti da Mario Benedetto sin dagli anni ‘90. Sono esposti una ventina di Ritratti di vari personaggi pubblici realizzati con pochi interventi pittorici su vari frammenti cartacei assemblati liberamente e oculatamente per ricavarne originali elaborazioni espressive. L’Accept-Painting è un termine coniato dallo stesso autore e utilizza frammenti di carta di varie misure che non assumono una scontata e semplice funzione cromatica, ma hanno pretese intellettuali e che spingono a sollevare problematiche. L’intento è d’intrecciare una molteplicità di fili che collegano l’opera con tante altre discipline, così care alla contemporaneità: alla politica, alla storia, alla filosofia e alla psicanalisi, pur mantenendo, costantemente, alimentate le corde delle sensazioni interiori più profonde. Mario Benedetto è un artista – docente che vive e lavora a Milano. Tra le sue numerose esposizioni personali si ricordano: 100 opere sulla civiltà contadina e marinara, 1985, Zurigo, con una tavola rotonda sullo stesso tema, che ha visto la partecipazione di numerose personalità della cultura; Mostra Antologica 1964-1994 al Castello Carlo V di Lecce, 1995. Questi gli orari di apertuta della mostra: da lunedì a sabato dalle ore 16 alle 20 (al mattino su appuntamento). La mostra, che è a ingresso libero, rimarrà chiusa il martedì.

REGGIO CALABRIA. Giovedì al Liceo “Campanella” la lezione del professor avvocato Luciano Maria Delfino

Luciano Maria Delfino
REGGIO CALABRIA. Promosso dal Liceo Classico “Tommaso Campanella” congiuntamente con l’Associazione culturale Anassilaos si terrà giovedì 30 ottobre alle ore 17,30 presso l’Aula Magna del Liceo la lezione del professor avvocato Luciano Maria Delfino, direttore scientifico di Fiaba international corporate University-Roma sul tema: “La proposta di un nuovo modello di gestione e di promozione del patrimonio culturale: l'inutile querelle sui Bronzi di Riace”. Intervengono la professoressa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico e il dottor Stefano Iorfida, presidente Associazione Anassilaos. Nel corso del suo intervento lo studioso affronterà il tema in discussione partendo dall’art. 9 della Costituzione (“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”) esaminando come e in che modo i principi in esso contenuti siano stati fin qui valorizzati per giungere poi ad analizzare il quadro normativo di riferimento fino alla recente legge nr. 109 del 29 luglio 2014 promossa dall’attuale titolare del dicastero dei Beni Culturali onorevole Dario Franceschini. Lo studioso offrirà al pubblico presente l’idea di un nuovo e più efficiente modello di gestione e di valorizzazione del patrimonio storico e artistico del nostro Paese avanzando anche la necessità di abbandonare il sistema puramente statalista che oggi governa la complessa problematica dei Beni Culturali. Da ultimo affronterà quello che è stato, almeno a Reggio Calabria, il tormentone dell’estate sulla “trasferta” dei Bronzi di Riace cui la saggezza del ministro Franceschini, con la costituzione di una commissione tecnica, ha messo fine.

SPEZZANO ALBANESE. Presentato il volume “Il Fulgore della Bellezza” di Anton Nikë Berisha

SPEZZANO ALBANESE (CS). Un viaggio alla ricerca della “Bellezza” attraverso l'uso della parola, grazie al volume scritto da Anton Nikë Berisha e intitolato “Il Fulgore della Bellezza” (Luigi Pellegrini editore), ha coinvolto e incantato i tanti presenti. Uno spettacolo nuovo ed originale che ha puntato al coinvolgimento dei sensi al fine di comprendere il significato più profondo della “Bellezza”. Lo spettacolo, che ha visto la regia di Rosamaria Camodeca, la direzione in scena di Roberta Vaccaro e la fotografia di Ferdinando Bruni, si è aperto con una interpretazione artistica che ha visti protagonisti l'attore Demetrio Corino, il maestro violoncellista Spiro Pano e i ragazzi della MT Dance di Maria Toma, che insieme hanno dato vita ad una rappresentazione teatrale sensoriale.
Così i saluti del sindaco Ferdinando Nociti e quelli dell'assessore alla Cultura Caterina Marini, volti entrambi ad evidenziare il lavoro “colto” e “prestigioso” degli organizzatori della manifestazione, l'Associazione Culturale MeEduSA e l'Agenzia Expressiva Comunicazioni. E' il presidente MeEduSA, Emanuele Armentano, a sottolineare quanto l'opera di Berisha, docente Unical, sia stata importante e come il testo del “Fulgore della Bellezza” possa “cambiare la vita ai lettori”.A ragionare attorno al tema della serata, i cui lavori sono stati coordinati dall'avvocato Alcide Simonetti, sono stati chiamati la traduttrice del testo, Albana Alia, e l'ispettore emerito del Ministero Iur Francesco Fusca. Entrambi hanno evidenziato quanto il lavoro di Berisha sia complesso ma allo stesso tempo armonico e poetico.

ROSSANO. Restyling del Centro storico per assicurare ai turisti maggiori servizi e una completa fruizione del patrimonio

ROSSANO (CS). Restyling del Centro storico per assicurare ai turisti della Città del Codex maggiori servizi e una migliore e completa fruizione del patrimonio artistico-culturale. Con questo obiettivo sono state avviate contemporaneamente le opere di realizzazione del nuovo parcheggio di Sant’Antonio e di ampliamento dell’anfiteatro comunale, in modo da essere completate e fruibili simultaneamente. Si inseriscono, invece, in una più ampia attività di riqualificazione artistica e funzionale dell’abitato, la ripavimentazione in selciato e pietra lavica di corso Garibaldi ed il recupero della grotta di Porta Portello, in località Traforo. Caputo: L’obiettivo è garantire ai visitatori una Città bella e che sappia far fruire le sue inestimabili bellezze.
Proseguono senza sosta i lavori nei cantiere avviati all’interno del perimetro del Centro storico che consentiranno di restituire un aspetto sicuramente più affascinante alla Città alta, sia da un punto di vista estetico che monumentale, ma anche nell’erogazione di nuovi servizi per cittadini e turisti. Soddisfatto il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici e Turismo, Guglielmo Caputo, che sta seguendo costantemente l’inter dei lavori. È un piacere – commenta – veder crescere, giorno dopo giorno, nuovi ed essenziali interventi per il rilancio del nostro Centro storico. L’Amministrazione Antoniotti – dichiara Caputo – sin dal suo insediamento ha puntato tantissimo sulla riqualificazione della Città alta e pur tra mille ristrettezze economiche, che non hanno permesso la programmazione e l’attuazione di grandi opere, sono stati comunque rivisti i progetti in itinere e sono stati avviati una serie di interventi che offriranno, senza dubbio, un valore maggiormente attrattivo e trainante a Rossano. Sia sul piano dei servizi che della proposta. Vogliamo, infatti, che la Città del Codex – prosegue il Vicesindaco – possa garantire, a chi la vive, un aspetto più decoroso e offrire invece, a chi la visita, la massima fruibilità del suo patrimonio. La ripavimentazione di corso Garibaldi andrà a completare del tutto il progetto di riqualificazione viaria del Centro storico avviata alla fine degli anni ’90. Mentre altri piccoli ma determinanti interventi, com’è appunto l’apertura al pubblico di una grotta tufacea del Traforo, a molti finora sconosciuta, arricchiranno – conlclude Caputo - ancora di più, la già importante proposta turistica. Nei giorni scorsi hanno preso il via i lavori di rifacimento del fondo stradale di Corso Garibaldi che interesseranno il tratto compreso tra Piazza Grottaferrata e Porta dell’Acqua. L’intervento rientra nella più ampia programmazione economico-finanziaria dei Pisu, rimodulata dal Governo Antoniotti. Il tracciato stradale sarà nuovamente ricomposto con pietra lavica e con la guida centrale in selciato. Inoltre saranno manutentati tutti i servizi sottostanti. Ancora, sarà ristrutturato il pavimento del terrazzo del momunento ai Caduti con l’istallazione di nuovi elementi luminosi a lanterna. Contestualmente, lungo la via d’accesso a Porta Portello, in località Traforo si stanno completando i lavori d’accesso a una delle grotte più belle e sconosciute, custodite nel Centro storico, e la sua contestuale pulizia. Un altro patrimonio monumentale della Città che, grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, torna a rivivere.

CAMPO CALABRO. Cavallo salvato dai Vigili del fuoco di Reggio Calabria e Bari

CAMPO CALABRO. E’ finita nel migliore dei modi la disavventura di un cavallo salvato dall’intervento congiunto dei Vigili del fuoco dei Comandi di Reggio Calabria e Bari. Alle ore 13:15 di domenica il cavallo Gaia, durante un’escursione in località Matiniti, è scivolato giù da una scarpata per oltre 500 metri sotto lo sguardo comprensibilmente preoccupato del cavaliere.Ricevuta la segnalazione all’utenza di soccorso 115 è stata inviata in zona la squadra del Distaccamento di Villa San Giovanni e il personale del nucleo Saf della sede centrale di Reggio Calabria (personale che utilizza tecniche di derivazione speleo alpino fluviale) i quali si sono calati lungo la scarpata e hanno potuto constatare che l’animale nonostante la rovinosa caduta era rimasto miracolosamente illeso ma bloccato nei movimenti da un cespuglio di rovi.
Le operazioni di recupero del cavallo sono state particolarmente impegnative e difficoltose per i Vigili del fuoco perché la conformazione del terreno e il peso dell’animale di circa 440 chilogrammi non consentivano di fargli risalire la scarpata con i mezzi ordinari. E’ stato quindi deciso di procedere al recupero dell’animale con l’aiuto dell’elicottero dell’Elinucleo di Bari. Per tutta la notte il proprietario del cavallo e tre vigili del fuoco hanno sorvegliato ed assistito l’animale in attesa del recupero effettuato ieri mattina dagli elisoccorritori arrivati dal Comando di Bari a bordo di Drago 67 (nome in codice dell’elicottero dei vigili del fuoco). Intorno alle ore 15, Gaia è stata imbracata, trasportata in zona sicura e consegnata al proprietario visibilmente soddisfatto per il buon esito dell’intervento.

ELEZIONI COMUNALI. ‘Destra per Reggio’ soddisfatta e onorata per i 1.209 consensi

REGGIO CALABRIA. Il risultato del cartello elettorale Destra Per Reggio ci lusinga e ci onora nella consapevolezza che vi sia la necessità di un “entusiasmo di Destra” da trasmettere ed insegnare con quella passione insopprimibile che alimenta le Comunità ideali in cui la politica e la dottrina sono virtù sincere ed i valori sono una bandiera e non uno straccio da sbandierare al momento opportuno. La nuova Destra reggina – quella che da oggi iniziamo a costruire e che ha già più consensi di un partito rappresentato in Parlamento – sarà Progressista e Futurista ed avrà il simbolo di “Destra per Reggio”.
Pasquale Morisani
Augusto Borbotti
Angela Latella
Renato Di Pietro

GIOIA TAURO. Domani alla Capitaneria di porto la presentazione del progetto Pon PaCS

GIOIA TAURO. Nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (Pon) “Sicurezza per lo Sviluppo” sul miglioramento delle condizioni di sicurezza, giustizia e legalità, per i cittadini e le imprese, in quelle regioni del sud Italia in cui i fenomeni criminali limitano fortemente lo sviluppo economico, la Marina Militare ha aderito ad uno degli obiettivi operativi del programma ossia al progetto “Port and Coastal Survey (PaCS)”, il quale ha lo scopo di garantire il libero e sicuro utilizzo delle vie di comunicazione marittime. Il Progetto, che si propone di condurre un’attività di controllo, monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri, l’identificazione e rimozione degli oggetti estranei all’ambiente marino e la realizzazione di un database dei fondali, è stato finanziato per il 50% con risorse provenienti dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr) e per il restante 50% con fondi nazionali assegnati al Ministero degli Interni e interesseranno le regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. In particolare i porti soggetti a monitoraggio, con mezzi e uomini specializzati della Marina Militare, saranno Taranto, Bari, Brindisi, Napoli, Gioia Tauro, Messina, Palermo, Catania e Augusta. Il progetto Pon PaCS e l’attività pratica dimostrativa, relativa al porto di Gioia Tauro, sarà presentato domani presso la sede della Capitaneria di porto. A l’evento, presieduto dal Titolare del Comando Marittimo Sud, Ammiraglio di Squadra Ermenegildo Ugazzi, saranno presenti le Autorità istituzionali e militari locali.

PALERMO. Esercito risorsa per il Paese: costruito un ponte Bailey

PALERMO. Sono stati avviati ieri, nel centro storico, i lavori per la posa in opera di un ponte Bailey in sostituzione del vecchio stradale che permetterà di decongestionare il traffico urbano in uno dei tratti nevralgici della rete viaria cittadina. Questo ponte militare, realizzato da un team di specialisti del 4° Reggimento Genio guastatori di stanza in città, consentirà il transito di veicoli fino a 4 tonnellate e sarà utilizzato per il tempo necessario alla costruzione di un nuovo ponte, di classe più elevata, che permetterà alla città di fruire appieno della linea tranviaria in corso di realizzazione.
In particolare, i reparti genio dell’Esercito, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere e all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza e quella operativa espressa nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano. Per citare alcune cifre, dal 2000 al 2013, i nuclei Eod dei reparti genio dell'Esercito hanno eseguito oltre 37.000 interventi specialistici per la bonifica di ordigni esplosivi. Quest’anno gli specialisti del 4° Reggimento Genio guastatori di Palermo hanno già portato a termine 27 interventi di bonifica nel territorio siciliano, con il relativo disinnesco o distruzione degli ordigni rinvenuti. Il Bailey è un tipo di ponte costituito di elementi modulari e prende il nome dal suo ideatore, l'ingegnere britannico Donald Bailey. Fu prodotto nella seconda guerra mondiale per sostituire i ponti distrutti durante le operazioni belliche. Il modello è molto versatile, il ponte può essere costruito su una o più campate e i suoi elementi possono essere utilizzati per la costruzione di pile intermedie a supporto di ponteggi temporanei. Il ponte progettato per scopi militari, permette il transito di carri armati e di mezzi pesanti.