Informazioni personali

Le mie foto
SCILLA, Reggio Calabria, Italy
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.

lunedì 20 ottobre 2014

BOVALINO. L’opposizione si ritira sull’Aventino

BOVALINO. I consiglieri di opposizione del Consiglio comunale (Enrico Tramontano, Antonio Zurzolo, Vincenzo Maesano, Antonio Muscari, Francesco Zappavigna e Francesco Perrone) hanno assunto la decisione di non prendere parte alla seduta del Consiglio comunale che, per l’ennesima volta, si riunirà in seconda convocazione per il giorno 21 ottobre alle ore 17, con all’ordine del giorno importanti argomenti tra cui l’esame e l’approvazione del “bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 – pluriennale 2014- 2016”. Nel comunicare il loro disimpegno, i suddetti consiglieri di opposizione stigmatizzano il comportamento reiterato da parte del Sindaco (e di quel che rimane della sua maggioranza) di assoluta e mai celata mancanza di rispetto nei

SCILLA. ‘Calabria in pillole’ momenti informativi del Galbatir giovedì a Castello Ruffo

SCILLA. “Calabria in pillole” sbarca nella cittadina della Costa Viola. Il quinto momento informativo del GalBatir si terrà giovedì 23 ottobre alle ore 18 nella suggestiva Sala delle Armature del Castello Ruffo. Il penultimo appuntamento di Calabria in Pillole: momenti informativi del Galbatir, ciclo di sei seminari organizzati dal Gal Batir in collaborazione con Sykea Associazione Turistica Culturale, vedrà la musica protagonista con uno "Showcase" e due musicisti di straordinaria bravura che racconteranno il loro particolarissimo viaggio nella musica calabrese, Mimmo Cavallaro e Francesco Loccisano. Ad accompagnarli fornendo i “preziosi strumenti”- da cui non si separano mai nei loro concerti - la Liuteria Oliver dello scillese Sergio Pugliesi. A momenti di dialogo, domande e confronto si alterneranno espressioni artistiche dei due musicisti: Mimmo Cavallaro, indiscusso leader del movimento popolare, è un

REGGIO CALABRIA. Mercoledì la presentazione del progetto di riqualificazione del ‘Belvedere Motta’ di Palmi

REGGIO CALABRIA. Mercoledì 22 ottobre, alle ore 11:30, presso la Sala Biblioteca del Palazzo Storico della Provincia, sarà presentato il progetto esecutivo di riqualificazione del “Belvedere Motta” del Comune di Palmi. Alla conferenza stampa interverranno il presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il vicepresidente Giovanni Verduci, il sindaco di Palmi Giovanni Barone, il vicesindaco Giuseppe Saletta, il consigliere Antonio Papalia, il dirigente provinciale del settore Salvaguardia delle coste Giuseppe Mezzatesta.

REGGIO CALABRIA. Dacci una zampa: ‘In base a quale convenzione Metauria interviene in città?’

REGGIO CALABRIA. “Ad oltre una settimana dall’infelice sortita della dirigente del Settore politiche ambientali che pretendeva di rendere esecutiva manu militari un’assegnazione su cui pesano un ricorso al Tar, un ricorso in autotutela, una diffida tramite pec, un atto stragiudiziale di invito a diffida, nonché un’istanza di annullamento del bando, sebbene alcuna decisione sia stata presa dai commissari, ditte private hanno iniziato ad occuparsi dell’accalappiamento – allo stato abusivo – dei cani in città”. E’ grave, seria ma precisa la denuncia fatta dai volontari di Dacci una zampa, che senza mezzi termini dicono “se è vero che il nuovo bando per accalappiamento e gestione dei cani catturati e catturandi nel comune di Reggio Calabria con scadenza il 20 ottobre 2014, vogliamo sapere in base a quale accordo o convenzione negli ultimi giorni i mezzi di Metauria sono stati visti operare nella

VELLETRI. Scarcerati dal Gip i tre fratelli imprenditori arrestati dalla Guardia di finanza di Catanzaro

VELLETRI (RM). Il gip del locale Tribunale ha accolto l'istanza di scarcerazione presentata dall'avvocato Francesco Pagliuso, del Foro di Lamezia Terme, per i tre imprenditori di Latina, i fratelli Maurizio, Roberto e Salvatore Martena, titolari della società Ilsap arrestati dalla Guardia di finanza di Catanzaro per truffa all'Ue e allo Stato, falsità ideologiche e abuso. I tre imprenditori erano stati arrestati in quanto la loro società, beneficiaria dei contributi statali, si sarebbe dovuta impegnare nella realizzazione di un articolato progetto di natura scientifica per lo studio, la sperimentazione, lo sviluppo e la produzione di un innovativo carburante «bioavio» per l'aeronautica civile e per gli impianti di produzione di energia alimentati da turbine a gas. Combustibile da biomassa che, secondo quanto sottoposto all'attenzione del ministero per lo sviluppo economico per ottenere il finanziamento, sarebbe stato ottenuto dalla lavorazione degli scarti di macellazione, in particolare da carcasse di bovini, e doveva essere utilizzato per alimentare turbine per la produzione di energia elettrica e per diluire il gasolio utilizzato nell'aviazione civile in modo da ridurre l'inquinamento e, in particolare, le emissioni di co2. Nell'ambito dell'operazione della finanza vennero sequestrati anche beni per un valore di undici milioni di euro.

CATANIA. Giovedì la prestazione del romanzo Sale di Sicilia di Mariacristina Di Giuseppe

CATANIA. «Questo romanzo è un atto d’amore, un’ode alla Sicilia, una serenata per entrare nelle grazie di questa terra e naufragare nella sua passione, sapendo che anche un solo passo di danza sbagliato potrebbe essere sufficiente a infastidirla, a vederla rinchiudersi nella sua pigra e nobile indolenza». Si apre così, con una prefazione di Neri Marcorè, il romanzo Sale di Sicilia di Mariacristina Di Giuseppe, edito da Navarra Editore. Un romanzo che segna la nascita di una nuova autrice e quindi, in questa occasione, la presentazione delle Matte da Leggere - fissata per giovedì 23 ottobre alle 17:30 nei locali del Monastore di Officine Culturali, all’interno del Monastero dei Benedettini – sarà doppia (e forse anche tripla, se Edoardo De Angelis, cantautore che

REGGIO CALABRIA. Rumeno arrestato per rapina: refurtiva recuperata dalla Polstato

REGGIO CALABRIA. Un cittadino rumeno, N. A., 25 anni, è stato arrestato per rapina da personale dell’Upgsp, diretto dal vice questore aggiunto Luciano Rindone che si avvale della collaborazione del commissario capo Aldo Masciopinto. Il giovane è ritenuto responsabile di aver perpetrato, nelle ultime settimane, rapine in danno di anziani. Lo scorso 21 settembre, insieme a un complice, lo straniero, dopo essersi avvicinato a due donne nella centrale piazza Sant’Agostino e averle aggredite, ha strappato a una di esse la collana in oro che indossava. Nella serata di ieri, invece, in via Benassai, il 25enne rumeno ha aspettato che una connazionale scendesse dal bus per bloccarla alle spalle e impossessarsi del gioiello che portava al collo. Nell’immediatezza, un appartenente della Polizia di Stato in forza al locale Compartimento Polfer ha allertato il 113 indicando la direzione di fuga del malvivente il quale, dopo un breve inseguimento, è stato fermato e tratto in arresto dal personale dell’Upgsp in servizio di Volante che ha, inoltre, rinvenuto e restituito la refurtiva ai legittimi proprietari.
collanina in oro che la Polstato sospetta sia di provenienza furtiva
Il personale dell'Upgsp ha inoltre sequestrato a N. A., una collanina in oro indossata dal rumeno al momento dell'arresto. Gli investigatori sospettano che anche questo monile sia di provenienza furtiva ed hanno diramato alla stampa le foto per risalire all'eventuale proprietario. Nei confronti del giovane, era stata avviata un’attività investigativa che aveva condotto il Gip del Tribunale a emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, notificata al cittadino rumeno contestualmente all’arresto di ieri. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all’individuazione del complice. L’arresto si inquadra nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposta dal questore Guido Nicolò Longo, associata al modulo operativo degli interventi specifici del cosiddetto Focus ‘Ndrangheta, piano di azione nazionale e transazionale volto a contrastare il fenomeno criminale indicato e di cui l’attività di prevenzione dei reati predatori rappresenta uno degli obiettivi principali.

CITTANOVA. Rumeno tenta il suicidio e minaccia i soccorritori: arrestato dai carabinieri

CITTANOVA. Nella nottata appena trascorsa i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato M.D., 43 anni, cittadino romeno, poiché responsabile di tentate lesioni aggravate e minacce aggravate nei confronti di due connazionali, nonché di resistenza a pubblico ufficiale. Intorno alle ore 22.30 di ieri, i carabinieri, assistiti anche da personale del locale Commissariato di PS, sono intervenuti presso l’abitazione del romeno che versava in evidente stato di alterazione psicofisica, dovuta anche all’assunzione di alcolici, e che minacciava pericolosamente di suicidarsi gettandosi dal balcone. Il rumeno, inoltre, brandendo tra le mani un coltello da cucina e un mattarello, ha minacciato di colpire se stesso e chiunque gli si avvicinasse allo scopo di dissuaderlo dagli intenti autolesivi. Al termine di una mediazione verbale, condotta anche con l’assistenza di personale sanitario, alle ore 00.30, l’uomo è stato finalmente ricondotto alla calma e messo in sicurezza. Le immediate indagini condotte dai carabinieri della Stazione hanno consentito di risalire all’origine di un simile gesto così eclatante: M.D. poco prima ha ingaggiato una violenta lite per futili motivi con due suoi connazionali, un uomo e una donna, i quali, nel tentativo di interrompere le sue condotte autolesive, sono divenuti loro stessi vittime dell’uomo, che li ha aggrediti fisicamente e ha tentato più volte di colpirli con il coltello da cucina di cui disponeva.L’uomo è stato così arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Taurianova, in attesa del rito per direttissima.

SAN ROBERTO. La città dentro la montagna: Eco-laboratori della creatività

SAN ROBERTO. Dopo la suggestiva mostra fotografica sui centri e sulle bellezze dell’Aspromonte allestita nelle scorse settimane al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, il progetto “La città dentro la montagna” ideato dall’associazione Culturale Arte e Spettacolo “Calabria dietro le quinte”, ha visto la realizzazione di un’altra importante iniziativa, domenica 19 ottobre presso piazza Municipio a Colelli di San Roberto, gli eco-laboratori della creatività: un percorso ambientale ed ecologico rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni. L’attività è stata messa in campo grazie al contributo dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e alla fattiva collaborazione dell’associazione Colelli in Progress e al patrocinio del Comune di San Roberto e della Provincia di Reggio Calabria. Un team di animatori dell’associazione turistica “Allegra Tribù” ha coinvolto per una mattinata circa 20 bambini di diversa età in attività ludico-didattiche all’aria aperta con l’obbiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni alla tutela della natura e dell’ambiente attraverso la realizzazione di

SALTO OSTACOLI. Da venerdì a domenica le selezioni per Fiera Cavalli Verona

AUGUSTA (SR). Da venerdì a domenica, la struttura Adim ospiterà una competizione sportiva equestre di Salto Ostacoli, valida come selezione per la formazione delle squadre che parteciperanno alle gare che si terranno a Fiera Cavalli di Verona dal sei al nove novembre. Per questa occasione, ad Augusta, è prevista la presenza di centinaia di binomi provenienti da tutta la Sicilia, per partire staccare un biglietto per prendere parte ad una delle competizioni Nazionali più importanti dell’anno. In particolare, quella di Augusta, è una competizione divisa in tre giornate e due sono le squadre che si formeranno, quella pony e quella cavalli, per prendere parte alla Coppa delle Regioni.  Alla fine saranno selezionati quattro binomi per la categoria Pony e quattro binomi più uno di riserva per quella Cavalli. Vi ringraziamo per la collaborazione e siamo a vostra disposizione per ulteriori informazioni e per inoltrarvi del materiale fotografico. Vi segnaliamo che la giornata di domenica sarà quella clou e che solo nel tardo pomeriggio avremo i nominativi dei componenti delle due squadre, nominativi che vi invieremo tempestivamente corredati dalle foto dei cavalieri selezionati.

REGGIO CALABRIA. Rissa alla Villa comunale: tre rumeni arrestati dai carabinieri

REGGIO CALABRIA. Nella trascorso fine settimana, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia sono intervenuti all’interno della Villa comunale dove era stata segnalata una rissa. I militari operanti giunti sul posto, hanno constatato l’effettiva presenza di tre uomini che stavano litigando tra loro, dandosi calci e pugni, i quali presentavano evidenti segni di colluttazione addosso, notando inoltre che uno di loro impugnava il collo di una bottiglia in vetro rotta. Alla luce di quanto appurato, i militari operanti hanno provveduto tempestivamente a disarmare e separare i tre soggetti, conducendoli presso gli uffici della caserma di viale Calabria, dove sono stati identificati nei cittadini rumeni: P. L., 25 anni, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia; C. A., 43 anni, domiciliato a Villa San Giovanni, coniugato, disoccupato, incensurato; G. C., 45 anni, residente Reggio Calabria, coniugato, disoccupato, incensurato. Giunti in caserma i tre hanno assunto un comportamento ingiurioso e minaccioso nei confronti degli operanti, arrivando ad aggredirli. Nel frattempo sono stati sottoposti alle cure mediche dei sanitari intervenuti in caserma, i quali hanno rilasciato una prognosi rispettivamente di giorni 5, 5 e 7 per varie escoriazioni sul corpo. I tre sono stati dichiarati in stato di arresto per i reati di rissa e violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il Gip del Tribunale ha convalidato gli arresti eseguiti dai carabinieri, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di firma per uno di loro e liberando i restanti due, in attesa del dibattimento.

LAMEZIA TERME. Mega sequestro di prodotti insicuri o contraffatti

LAMEZIA TERME (CZ). I “baschi verdi” lametini hanno individuato un’attività gestita da un imprenditore di nazionalità cinese, esercente il commercio “all’ingrosso”, di articoli di vario genere, provenienti, in massima parte, dall’oriente asiatico. Prodotti che in gran parte non rispettavano le prescrizioni previste dalle leggi italiane e dell’unione europea. La mirata attività investigativa estesa in tutti i locali e su ogni prodotto presente all’interno della ditta ha permesso il rinvenimento e l’immediato sequestro amministrativo di oltre 2.144.818 articoli complessivi, tra cui monitor lcd, kit smontaggio iPhone, custodie per tablet complete di tastiera, carica batterie, per varie violazioni concernenti la mancanza di istruzioni in lingua italiana, delle indicazioni di provenienza e dei dati del soggetto importatore, di fondamentale importanza ai fini della effettiva tutela degli acquirenti. Tutti gli oggetti erano già posti in vendita ovvero pronti ad essere immessi in commercio. Un’accurata e puntuale verifica delle merci presenti all’interno di alcuni magazzini ha permesso di individuare e porre sotto sequestro, questa volta penale, anche ulteriori 167 prodotti contraffatti. Si tratta di copri pedaliere per auto, fari per biciclette e cuffie stereo recanti il marchio Momo. L’imprenditore è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica, per i reati di contraffazione e ricettazione, nonchè frode in commercio, in quanto alcuni prodotti sequestrati recavano la marcatura “ce” contraffatta. Inoltre, il titolare veniva sanzionato amministrativamente e segnalato alla Camera di commercio di Catanzaro. L’acquisto e l’uso di prodotti contraffatti e\o non conformi, a fronte di un iniziale risparmio economico per i prezzi di vendita inferiori agli “originali”, possono avere conseguenze anche molto gravi per la salute dei consumatori. Le sostanze di cui sono composti i prodotti contraffatti o non conformi sono sconosciute e prive di ogni controllo e test preventivo e successivo alla produzione. Detti generi illeciti potrebbero essere, quindi, non solo qualitativamente molto inferiori al previsto, ma addirittura fortemente nocivi per l’integrità e la sanità fisica di chi li adopera, specie a contatto diretto della propria persona, soprattutto se non ancora completamente sviluppata, come per i bambini.

SEMINARA. Giovane arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

SEMINARA. I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato N. F., 23 anni, del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari dell’Arma, nel corso del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno effettuato d’iniziativa il controllo del giovane, procedendo quindi alla perquisizione della sua abitazione. All’interno della residenza i carabinieri hanno rinvenuto 2,5 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, contenuta in un sacco di plastica, già essiccata e pronta per la commercializzazione. Inoltre hanno scoperto l’attrezzatura necessaria alla realizzazione di “piantagioni” in ambienti chiusi quali abitazioni o garage, costituita da grosse lampade per l’illuminazione, stufe con ventola ed il materiale utile per il confezionamento delle dosi, quali bilancini di precisione ed altro. La sostanza stupefacente e tutta l’attrezzatura sono state poste sotto sequestro. Si è stimato che la sostanza stupefacente sequestrata, se illegalmente immessa sul mercato, avrebbe consentito all’arrestato di commercializzare circa 2.500 dosi, con un guadagno netto di circa 25.000 euro. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, diretta dal procuratore capo ff Emanuele Crescenti.

REGGIO CALABRIA. Giovedì incontro Anassialos con Gianni Marcianò autore del volume “Il sapore della condivisione”

REGGIO CALABRIA. Promosso congiuntamente dalla Chiesa di San Giorgio al Corso e dall’Associazione Culturale Anassilaos si terrà giovedì 23 ottobre alle ore 19,15 presso la Chiesa di San Giorgio al Corso l’ncontro con Gianni Marcianò, autore del volume “ Il sapore della condivisione” con la prefazione di Mons. Salvatore Nunnari, Presidente della Conferenza Episcopale Calabra. Interverranno Don Antonio Santoro, Parroco della Chiesa di San Giorgio al Corso, Stefano Iorfida, Presidente di Anassilaos e l’autore che racconta la straordinaria storia, a Santa Venere, di circa 400 giovani volontari provenienti dalle parrocchie della città, sostenuta dai muratori del centro aspromontano, i “mastri”, guidata da un sacerdote, don Lillo Spinelli, splendido e

REGGIO CALABRIA. Borbotti (DpR) su Sinodo straordinario della famiglia

Augusto Borbotti
REGGIO CALABRIA. “Il Sinodo straordinario della famiglia, promosso dalla Chiesa Cattolica, ha tratteggiato, tra gli indicatori del disagio epocale, la tematica dei “genitori disoccupati, impotenti di fronte alle necessità primarie delle famiglie”. Tale messaggio di concretezza analitica del Sinodo concorre – assieme a tutte le altre riflessioni sulle motivazioni e sui caratteri della crisi della famiglia – ad offrire alle valutazioni della società politica un messaggio concreto che evidenzia la cognizione sociale del Ministero e supplisce alla insipienza delle istituzioni e del sistema dei partiti.” Lo afferma il movimento metapolitico “Destra Per Reggio” secondo cui “la condizione gravosa di genitori impotenti ad una corretta conduzione della famiglia – ed alla corresponsione delle primarie necessità della stessa – perché privi di lavoro, disoccupati, impossibilitati a produrre un

REGGIO CALABRIA. Mercoledì la presentazione del sistema di Credito complementare Medex

REGGIO CALABRIA. Si afferma anche in Calabria, dopo le positive esperienze già attive in altre regioni italiane ed all’estero il sistema di credito complementare basato su valori e strumenti di sostenibilità. Mercoledì 22 ottobre prossimo, a palazzo Campanella, a partire dalle ore 16, nella sala “Giuditta Levato”, la presentazione del circuito calabrese Medex, che sarà diffuso dalla Etich Capital srl, società costituitasi in Calabria per dare una risposta alla complicata situazione economica nazionale. Al tavolo dei relatori i presidenti di Confindustria Reggio Calabria Andrea Cuzzocrea, della Confesercenti Antonino Marcianò e di Confcommercio Giovanni Santoro, della Coldiretti Francesco Saccà e Francesco Agostino presidente della Ethic Capital. Sarà anche l’occasione per fare il punto sulla situazione dell’economia calabrese, e illustrare finalità, funzionamento ed obiettivo di questo innovativo strumento finanziario, che in altre aree in Italia ed in

BASKET. Prova di forza della Vis: Milazzo annichilita 90-59

REGGIO CALABRIA. La migliore Vis della stagione strapazza al PalaBotteghelle l’Amendolia Assicurazioni Milazzo e, dopo tre giornate, mantiene la vetta della classifica ancora imbattuta in coabitazione con Cosenza e Cefalù. I reggini, dopo un inizio equilibrato con i siciliani avanti anche di 5 lunghezze (7-12), hanno preso il comando delle operazioni sul finire del primo quarto, aumentando progressivamente il vantaggio. Quello di Grasso e compagni è stato un crescendo rossiniano. Un devastante parziale di 13-0 a inizio secondo quarto ha di fatto chiuso la gara, riducendo il secondo tempo a poco più di un allenamento. Difficile trovare fra i bianco/amaranto un migliore in campo. Tutti si sono espressi su altissimi livelli. Da Zampogna, regista impeccabile e cecchino implacabile che ha stravinto il confronto con Rath, a Tramontana, che ha martellato la retina ospite con continuità; da Grasso, artefice del break decisivo con 3 canestri consecutivi, a Warwick, un vero e proprio incubo per la difesa mamertina; ed ancora Pellegrino Yasakov, per nulla intimorito dal confronto col gigante americano Rahman, Carnazza, encomiabile in difesa, e i “baby” Viglianisi e Barrile, ormai autentiche certezze sulle quali, nonostante la giovanissima età, coach D’Arrigo può fare affidamento a occhi chiusi. E nel finale spazio anche per Di Dio, che ha messo nelle gambe minuti preziosi per fare esperienza nella categoria. Grande la soddisfazione a fine gara fra i dirigenti reggini. La Vis cresce di partita in partita, plasmata ad immagine e somiglianza del suo condottiero, coach Checco D’Arrigo.
Vis Reggio Calabria – Amendolia Assicurazioni Milazzo 90-59
(21-17, 47-25, 72-41)
Vis Reggio Calabria: Zampogna 17, Grasso 18, Carnazza 6, Pellegrino Yasakov 9, Warwick 17, Barrile 2, Tramontana 14, Viglianisi 7, Di Dio. Allenatore: D’Arrigo.
Amendolia Assicurazioni Milazzo: Sofia 2, Amato 3, Rath 9, Rahman 18, Li Vecchi 8, Coppolino 4, Scilipoti 2, Scozzaro 8, Italiano 4, Amendolia 1. Allenatore: Fiasconaro.
Arbitri: Massari di Ragusa e Caci di Gela.

ELEZIONI COMUNALI. Dattola aderisce alla campagna "Programma per la Famiglia" del "Forum delle Associazioni Familiari" e "La Manif Pour Tous".

REGGIO CALABRIA. La famiglia è e deve rimanere il bene prezioso su cui basare ogni nostra opera, su cui poggiare ogni nostro sforzo, su cui convergere ogni idea per lo sviluppo ed il rilancio. Non ha senso parlare di rilancio economico senza tener nel giusto e centrale conto l'importanza della famiglia, con tutte le sue problematiche ed esigenze. Un ente di qualsiasi natura e ordine, non può prescindere dal percorso tracciato dalla nostra cultura, dalla nostra costituzione, dalla nostra tradizione. In tal senso leggo con favore i punti programmatici sottoposti alla mia attenzione promossi congiuntamente dal "Forum delle Associazioni Familiari" e "La Manif Pour Tous". Aderisco al loro programma ed ai loro intenti e da Sindaco agirò con forza e decisione per dare alla famiglia il ruolo che merita nella vita della nostra città. Il rilancio di Reggio, di cui noi ci stiamo facendo promotori, passa dall'innovazione e dall'evoluzione ma si basa, imprescindibilmente, dal consolidamento di quei valori storici che da sempre accompagnano la nostra storia e la nostra comunità. La mia intenzione è quella di strutturare un'opera di rilancio e sviluppo che sulla famiglia ponga le sua fondamenta. Per poter essere una comunità competitiva nel nostro futuro non possiamo permetterci di dimenticare chi siamo e quali sono i valori di cui ci nutriamo.
Lucio Dattola

CALCIO LEGA PRO. Il riassunto della nona giornata

REGGIO CALABRIA. Benevento e Salernitana, nel match per il primato in classifica, non vanno oltre il pareggio e continuano a rimanere in testa a parità di punteggio, seguite da Casertana e Catanzaro, entrambe a quota 17 e da Lupa Roma e Juve Stabia a quota 16. La classifica per il momento rimane molto equilibrata. La Reggina dopo il pari dell'anticipo del venerdì, si avvicina un pò per volta alle zone basse della classifica. Il risultato più eclatante rimane la vittoria del Cosenza fuori casa contro il Matera, che gli permette di fare un balzo in classifica e di abbandonare l'ultimo posto, al momento occupato dall'Aversa Normanna.
Risultati della nona giornata
Benevento - Salernitana 0-0
Casertana - Barletta 2-1
Catanzaro - Ischia 2-1
Foggia - Savoia 1-0
Juve Stabia - Lecce 1-1
Martina - Aversa Normanna 3-1
Matera - Cosenza 2-3
Messina - Vigor Lamezia 1-0
Paganese - Melfi 2-2
In serie D la Nuova Gioiese perde in casa contro la Frattese, in un match ricco di goal, 3 a 4 il risultato finale. Il mister dei padroni di casa, a fine gara si lamenta dei pochi classe 96 a sua disposizione, la società fa sapere che si metterà subito all'opera per soddisfare le richieste del proprio allenatore. L'HinterReggio travolge il Noto per 4 a 0 e solidifica il secondo posto in classifica. Anche il Roccella trionfa fuori casa contro il Montalto e raggiungendo così quota 10 punti al pari di Agropoli, Frattese e Brolo.
Pasquale Scopelliti

domenica 19 ottobre 2014

ELEZIONI COMUNALI. Il M5S non appoggerà alcuno in caso di ballottaggio

REGGIO CALABRIA. Il Movimento 5 Stelle non fa calcoli di alcun genere prima del voto e non pensa a come avere vantaggi ad urne chiuse. Come stiamo facendo da un’intera campagna elettorale ed anche da prima che la stessa avesse inizio, noi pentastellati continuiamo la duplice attività di analisi e proposte sui territori insieme ai cittadini. Proprio nel rispetto degli elettori e di tutta la città, senza considerare l’epilogo di questa tornata elettorale (ballottaggio o meno), il M5S reggino chiede alle due forze politiche numericamente maggiori quali il Centrosinistra di Falcomatà ed il Centrodestra di Dattola, che dichiarino pubblicamente prima di domenica, quali saranno i componenti della giunta che avrebbero intenzione di nominare; sempre nella stessa considerazione nei confronti dei cittadini e nell’ipotesi di un ballottaggio, il M5S chiede alle forze civiche di Morabito, Musarella, Scafaria, Chizzoniti, Ferrara e Siclari se si schiereranno con qualcuno per qualche poltrona, tradendo gli ideali della loro politica e se sì, con chi? Il M5S è chiarissimo: ha già detto “no” alle coalizioni, non appoggerà alcuno in caso di ballottaggio e, soprattutto, qualora dovesse avere l’onore e l’onere di guidare la città, nominerà gli assessori a mezzo di bando pubblico con descrizione di requisiti quali titoli, competenze tecniche, esperienze, età e conseguente valutazione dei curricula.
Vincenzo Giordano
candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle

GIOVANISSIMI REGIONALI. Villese - Academy calcio Gioiese 3 - 1

ph Diabolik Calcio
VILLA SAN GIOVANNI. Gioca bene la squadra  di mister Panuccio, passa in vantaggio con Carlo e chiude il primo tempo avanti di un gol. Nella ripresa gli ospiti riescono a pareggiare con Pisano ma i padroni di casa hanno una marcia in più e con Princi e Furci conquistano una vittoria che li proietta in vetta alla classifica.
ACADEMY GIOIESE: Gioffrè, Bevilacqua, Pepe, Bineti, Domenichini, Saccà, Luppino, Marcianò, Pisano, Fortugno, Iannì, all. Babuscia
a disposizione: Labate, Infusino, De Leo, Guerrisi, Gallizzi, Cimaso
VILLESE: Falzia, Comi, Furci, Princi, Pansera, Scopelliti A., Nobile, Bellè, Corigliano, Idone, Carlo. all. Panuccio
a disposizione: Delfino, Scarfò, Cosoleto, Borruto, Falleti, De Gaetano, Santoro
MARCATORI: Carlo, Pisano, Princi, Furci
ARBITRO: Andrea Giacobbe Fiorenza di Reggio Calabria

sabato 18 ottobre 2014

IMMIGRAZIONE. Giorgia Meloni: ‘Italia abbandonata dall’Unione europea’

REGGIO CALABRIA. «L'Italia è stata completamente abbandonata dall'Unione Europea che è incapace di prendersi le proprie responsabilità». Lo ha detto la presidente nazionale di FdI-An, Giorgia Meloni, durante la manifestazione sull’immigrazione in piazza Duomo. «Dicono a noi - ha aggiunto - che dobbiamo fare i compiti a casa, ma gli stessi compiti l'Europa non li fa. E il Governo accetta di essere abbandonato.
Chiediamo che l'Europa si carichi del fenomeno dell'immigrazione. È un fenomeno che l'Italia non può affrontare da sola. Un anno dopo Mare Nostrum Fratelli d'Italia viene a Reggio Calabria per dire che questa iniziativa è stata un'operazione fallimentare, sia sul piano del tentativo di governare il fenomeno migratorio, sia sul piano umanitario. - ha continuato - Il risultato - ha aggiunto - sono più di cento milioni di euro spesi solamente per Mare Nostrum più i 30 euro che costa qualunque immigrato richiedente asilo o metta piede sul nostro territorio nazionale. Anche qui è curioso: lo Stato italiano spende 30 euro al giorno per ogni immigrato, che sono 900 euro al mese. E nella stessa nazione si ritiene che un anziano possa vivere con una pensione sociale di 480 euro».
“È stata una manifestazione riuscitissima. Migliaia e migliaia di giovani, anziani, disoccupati e intere famiglie si sono ritrovati a Reggio Calabria attorno alla bandiera italiana, all'inno nazionale, costituendo un cordone tricolore lunghissimo per dire basta con i flussi migratori nel nostro Paese, i nuovi poveri sono gli italiani”. Lo afferma Adriana Poli Bortone, dell'ufficio di presidenza di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale. «È stato forte - aggiunge - il richiamo ai doveri dello Stato da parte di tutti i pacifici manifestanti. Fratelli d'Italia si riappropria della tradizione nazionale della destra auspicando che l'Italia esca responsabilmente dalle secche delle crisi.
Non si tratta di messaggi razzisti, ma di piena responsabilità nei riguardi degli italiani. D'altronde la situazione è già grave per i nostri giovani e per i nostri padri di famiglia. Basti considerare il dato appena emerso del crollo degli occupati under 35 con una perdita di due milioni di posti di lavoro dal 2008. Ecco perchè nella mobilitazione di Reggio Calabria abbiamo sostenuto e ribadito il nostro no all'immigrazione indiscriminata».
Prima di giungere in piazza Duomo, il corteo organizzato da Fratelli d'Italia ha fatto una sosta davanti al monumento a senatore Ciccio Franco, il leader della rivolta del 1970. Davanti al monumento è stato poi intonato l'Inno di Mameli. Successivamente è stato lanciato un mazzo di fiori in mare per ricordare gli immigrati morti durante la traversata del Mediterraneo.

RIZZICONI. Ierace (Urmig): ‘Tutto il male non viene per nuocere e ti rende determinato’

RIZZICONI. Inizia tutto 12 anni fa con una nuova esperienza lavorativa che negli anni si trasforma in qualcosa di inverosimile. La vicenda si consuma nel centro abitato della cittadina pianigiana di Rizziconi dove sorge una struttura adibita alle cure di anziani e disabili Opera San Francesco di Assisi. Premetto che dal primo giorno che ho posato il mio piede all’interno ci ho messo il cuore a svolgere le varie attività.
Giuseppe Ierace
La mattina fiero di recarmi presso il mio nuovo impiego ero di mille energie pronto e disponibile con tutto e tutti. Ma le cose con il tempo cambiarono e non per mia volontà, sembra una casualità ma la trasformazione del mio contratto con l’avvento del 2007 mi porta ad aver un rapporto continuato e stabile con l’amministrazione francescana conseguentemente sfociato in una guerra aperta su tutti i fronti. Era marzo 2008 con un pregresso di 8-9 mensilità di corrispettivi da recuperare, intanto l’umore sul lavoro era cambiato di gran lunga sapendo che il giorno seguente non sarebbe mai stato risolutivo ma uno dei tanti che si doveva aggiungere a quelli passati tra uno status nervoso e l’altro. Non sufficiente alla situazione incandescente si aggiungevano i provvedimenti disciplinari che fioccavano come le margherite a primavera solo per il fatto che a mio avviso le cose non tornavano ben chiare e avevo iniziato un percorso di rivendicazione dei miei diritti calpestati. Tra un decreto ingiuntivo e cause ordinarie a distanza di 3 anni dal lontano 2008 sapendo la realtà della giustizia ordinaria civile mi vide succube di una situazione inaccettabile recuperando solo qualche mensilità del mio pregresso. Intanto il tempo scorreva inesorabilmente e la protesta aumentava sempre di più toccando l’apice nel

CALCIO PROMOZIONE. La capolista passa al Santoro

ph Diabolik Calcio
VILLA SAN GIOVANNI. Dopo un primo tempo equilibrato conclusosi sul nulla di fatto, gli ospiti realizzano il gol partita ad inizio ripresa. La rete di Papaleo è stata contestata dai padroni di casa per un presunto fuori gioco. Poi viene espulso Nucera e la Cittanovese resta in dieci. I neroverdi, cercano in tutti i modi di raggiungere il pareggio ma sbagliano tre ghiotte occasioni con Chirico, Iannone e Romano. Dopo Delianova per la Villese  giunge la seconda sconfitta stagionale. La dea bendata non è certamente dalla parte dei ragazzi di mister Leonardis.
VILLESE - CITTANOVESE 0 - 1
MARCATORE: 2’st Papaleo
CITTANOVESE: D’Agostino, Pasqualino, Rizzo (39’st Tettè), Varrà, Lombardo, Nucera, Velletri, Cundari, Papaleo (11’st Giovinazzo), Saffioti, Napoli (27’st Pancano). all. Giovinazzo
a disposizione: Scardino, Siclari, Lorretti, Canfora
VILLESE: Cambareri, Barresi (37’st Bentivoglio), Scappatura, Gazzetta (44‘st Nocera), Bevilacqua, Alampi, Bonadio, Aquilino (19’st Romano), Iannone, De Maio, Chirico. all. Leonardis
a disposizione: Grillo, De Franco, Crea, Maisano
NOTE: al 5’st espulso Nucera; ammoniti Aquilino, Lombardo, Pasqualino, Scappatura; angoli 3 a 7; recupero 2’pt - 4’st; circa 250 spettatori
ARBITRO: Scicilia di Cosenza
ASSISTENTI: Gaetano di Lamezia Terme e Ferragina di Catanzaro

IMMIGRAZIONE. A Reggio Calabria manifestazione nazionale FdI contro ‘Mare Nostrum’

REGGIO CALABRIA. Striscioni colorati, bandiere, slogan e un tricolore lungo decine di metri hanno caratterizzato la manifestazione nazionale organizzata da Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale per dire stop all'operazione 'Mare Nostrum'. In riva allo Stretto sono giunte delegazioni da tutta Italia. Numerose anche le presenze di parlamentari ed esponenti del partito tra cui l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno e l’onorevole Ignazio La Russa.
Il corteo ha sfilato sul lungomare Falcomatà ed è giunto in piazza Duomo dove si è tenuto il comizio della presidente nazionale di Fdi-An, Giorgia Meloni. Le persone presenti all'iniziativa hanno esposto una lunga bandiera italiana creando quella che hanno definito una «catena tricolore». All'inizio del corteo è stato esposto uno striscione con la scritta ‘Prima gli italiani’. «Siamo qui per dire al Governo che non si può continuare a nascondere dietro i problemi sociali che esistono nel nostro Paese. - ha detto Gianni Alemanno -
Tanti drammi economici dietro questo atteggiamento buonista, per cui chiunque si affaccia alle nostre coste deve essere assistito e tutelato senza alcun limite possibile. Noi crediamo che si debba fare un'opera di assistenza e solidarietà, ma a casa loro, sulle coste del nord Africa. Anche l'operazione Mare Nostrum è stata un fallimento totale e crediamo che sia importante manifestare contro l'immigrazione non da Milano ma dal Mezzogiorno, sempre in prima linea, dove ci sono i veri problemi».

OPPIDO MAMERTINA. L'ufficio postale tra le eccellenze italiane

sindaco Domenico Giannetta
OPPIDO MAMERTINA. Durante il meeting di Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti sul tema "Risparmio postale e qualità dei servizi mirati alla soddisfazione di milioni di clienti che ogni giorno si recano negli uffici postali", tenutosi a Salerno lo scorso 14 ottobre, la filiale di Oppido Mamertina, diretta dalla dottoressa Domenica Sorrenti, è stata premiata per i risultati raggiunti nello scorso anno, nel quale l'ufficio postale oppidese é risultato essere al vertice della classifica assoluta nella categoria riservata agli uffici a medio traffico di clientela. Tale risultato é stato possibile anche grazie all'importante lavoro svolto dalla dottoressa Carolina Picciocchi, direttore provinciale di Poste Italiane di Reggio Calabria.
"È un grande orgoglio per tutti noi oppidesi avere nel nostro paese eccellenze simili. Mi congratulo con la dottoressa Sorrenti e con la dottoressa Picciocchi per il grande lavoro svolto. - Così il sindaco Domenico Giannetta ha commentato subito dopo aver appreso la notizia - Questo dimostra come nella nostra Oppido possono germogliare eccellenze in tutti i campi. È mio impegno, da sempre, mettere a disposizione tutti i mezzi necessari affinchè le eccellenze sgorganti dal nostro amato paese siano sempre di più e abbiano la possibilità di crescere e svilupparsi al meglio nel proprio settore di appartenenza. Spero che nel futuro vi siano numerosi altri riconoscimenti come questo, che diano sempre più lustro ad Oppido Mamertina".

ELEZIONI REGIONALI. Wanda Ferra dice no al mercatino delle alleanze

Wanda Ferro
REGGIO CALABRIA. «Le faide, i tavoli di contrattazione ed i mercatini delle alleanze di queste settimane sono quanto di più lontano dal mio modo di vedere e di interpretare la politica. Io dico ai calabresi che è con loro che voglio andare avanti». Lo afferma in una nota la candidata del centrodestra alla Presidenza della Regione Calabria, Wanda Ferro. «Il mio progetto di una Calabria nuova, finalmente una regione normale, va avanti con i partiti, i movimenti e le associazioni che mi hanno sostenuto - aggiunge - dal primo momento, ma soprattutto con l'aiuto di donne e uomini calabresi. Non ho avvertito alcuna tensione assistendo al teatrino della politica che nelle stanze romane metteva in scena le contraddizioni dei nostri avversari, che evidentemente avvertono il profumo della sconfitta, con tentati«Dal giorno in cui ho avuto dal presidente Berlusconi il massimo incoraggiamento e il sostegno a proseguire su questo percorso - prosegue la Ferro - dal giorno in cui ho trovato l'adesione di partiti e movimenti rappresentati da gente leale, coerente, fiduciosa nella possibilità di segnare quella svolta che sognano i Calabresi, ho riservato tutte le

CALCIO LEGA PRO. La Reggina stecca in casa

REGGINA - LUPA ROMA 1-1. Dopo la sconfitta della scorsa settimana, gli uomini di Cozza, provano a rialzare la testa, ma tra le mura amiche, non riescono andare oltre il pareggio contro un Lupa Roma in discreta condizione. Gli amaranto, continuano ad affidarsi al 4-3-3 che fino ad ora ha dato tante gioie, quante delusioni, a guidare l'attacco, con il capitano out, c'è il solito Roberto Insigne. Al fischio d'inizio, come al solito, parte forte la Reggina, i primi minuti amaranto sono sempre devastanti e al 22' arriva il drop vincente di Louzada, che controlla lo splendido passaggio di Rizzo e batte il portiere avversario. Gli amaranto gestiscono bene il primo tempo, sfiorando il raddoppio prima con Di Lorenzo e poi con Insigne e al fischio di metà gara tornano negli spogliatoi in vantaggio.
Nella ripresa il copione cambia, infatti al 6' i romani trovano il pareggio grazie a Raffaello, che lasciato completamente solo in area di rigore, raccoglie il cross di Capodoglio e realizza la rete del pari. A metà ripresa gli amaranto si procurano un calcio di rigore che potrebbe regalare il nuovo vantaggio, ma Insigne dagli undici metri calcia colpendo il palo. Pochi minuti dopo la Lupa Roma fallisce il raddoppio con Tajarol. La partita finisce con un pareggio, ma che fatica per Cozza e i suoi, che ancora una volte perdono l'opportunità di portare a casa il bottino completo. Per concludere ci uniamo ai cori e ai messaggi di solidarietà per il secondo portiere della Reggina, Daniel Leone, operato urgentemente nella giornata di ieri, al cervello, per la rimozione di una massa tumorale. Vai Daniel, riprenditi presto e torna a parare per noi, TI ASPETTIAMO IN CAMPO PIU' FORTE DI PRIMA!
Pasquale Scopelliti

LAMEZIA TERME. Gianturco (CasaPound): “Vogliono smantellare la sanità pubblica lametina, fermiamoli!”

LAMEZIA TERME (CZ). “Quello che sta accadendo alla sanità pubblica lametina è inaccettabile. Bisogna fermare in tutti i modi le scelte scellerate messe in atto dai politici che stanno facendo di tutto affinché l’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme chiuda. Proprio per questo motivo abbiamo indetto un dibattito pubblico che si terrà domenica 19 alle ore 18 nella piazzetta della Madonnina”. Così Mimmo Gianturco, coordinatore di CasaPound Italia in Calabria. “Dinnanzi ad una situazione così grave è bene creare un unico fronte volto a salvare le sorti del nostro nosocomio. Vogliono chiudere il Tin, la neonatologia ed il Centro Trasfusionale e noi non possiamo accettarlo. Il commissario alla sanità regionale Pezzi deve attuare delle misure che siano definitive e non temporanee. Non possiamo essere spettatori passivi della distruzione del nostro ospedale - ha proseguito Gianturco - perciò domenica pomeriggio scenderemo in piazza per manifestare tutto il nostro dissenso. La cittadinanza ed i politici sono invitati a partecipare”.

ELEZIONI REGIONALI. Il Movimento Cinque Stelle ritira la candidatura di Fernanda Rombolà di San Ferdinando

REGGIO CALABRIA. «Pur non avendo esponenti indagati, in coerenza con i suoi princìpi morali il Movimento Cinque Stelle ha deciso di ritirare la candidatura di Fernanda Rombolà, di San Ferdinando, per dare un esempio concreto di come prevenire possibili mire della 'ndrangheta sulle elezioni regionali in Calabria». Lo annuncia Cono Cantelmi, candidato M5S a governatore della Regione Calabria. «In Calabria - prosegue - non bastano le liste pulite, che noi garantiamo con tutti i certificati, ma è necessario impedire alle organizzazioni criminali di avvicinare qualcuno, anche ingannevolmente, per passare poi all'incasso. Nel caso specifico Rombolà è attivista specchiata e coraggiosa, ma l'arresto per ipotesi di 'ndrangheta di Giovanni Pantano, consigliere comunale di San Ferdinando eletto nella lista civica ‘Futuro migliore’ e poi infiltratosi nel locale Meet Up, ci ha imposto una scelta netta, di là dai risvolti penali delle indagini che lo riguardano». «Non potevamo correre rischi di sorta - conclude Cantelmi - perchè il contrasto delle mafie parte dagli esempi e, come raccomandava Paolo Borsellino, senza aspettare i giudizi definitivi della magistratura. Abbiamo così preservato il lavoro di tutti gli attivisti sul territorio, per proseguire con credibilità e autorevolezza la nostra lotta culturale e politica per l'emancipazione e il riscatto della Calabria».

LOCRIDE. Due persone arrestate e 12 denunce dei carabinieri

LOCRIDE. Due persone arrestate e 12 denunce sono il bilancio delle attività svolte dai carabinieri del Gruppo di Locri. I controlli realizzati hanno visto impiegati i militari, sia nel presidio dei punti di obbligato passaggio della giurisdizione di competenza, allestendo numerosi posti di controllo e anche alcuni posti di blocco a due sensi di marcia, ma senza trascurare le aree secondarie dei principali centri urbani, e sia in numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari. A conclusione del servizio, tra l’altro: a Marina di Gioiosa Jonica, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica, con l’ausilio dei colleghi della locale Stazione, hanno tratto in arresto il 40enne R. A., colto in flagranza del reato di tentato furto aggravato. In particolare, sin dalle prime ore del mattino, l’uomo si è recato all’interno del cantiere della costruenda nuova Statale 106, sito in contrada Romanò, a bordo della propria autovettura e, dopo pochi minuti, è stato sorpreso dal capo cantiere mentre tentava di asportare un