Informazioni personali

Le mie foto
SCILLA, Reggio Calabria, Italy
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.

giovedì 23 ottobre 2014

REGGIO CALABRIA. Maltrattava la madre: 21enne arrestato dai militari dell’Arma

REGGIO CALABRIA. I carabinieri della Stazione ‘Reggio - Cannavò’ hanno arrestato un 21enne in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale reggino. L’attività d’indagine condotta dai militari e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ha permesso di appurare le responsabilità del giovane in ordine al reato di maltrattamenti in famiglia commesso nel periodo agosto-ottobre 2014, mediante ripetute minacce, percosse, lesioni, ingiurie e richieste di denaro ai danni della madre convivente. Gli accertamenti effettuati dai carabinieri della Stazione permettevano di verificare che il reo aveva chiesto insistentemente del denaro per procurarsi dello stupefacente, costringendo la madre a rimanere senza soldi, nonché percuotendola e minacciandola ripetutamente di morte, distruggendo e gettando suppellettili di casa, rendendole la convivenza insopportabile e costringendola ad abbandonare il domicilio domestico. Il giovane, a seguito del suo arresto, è stato condotto presso la Casa circondariale Reggio - Arghillà a disposizione dell’Autorità giudiziaria reggina.

REGGIO CALABRIA. Accusato di aver rubato armi e gioielli: arrestato dai carabinieri Alessandro Bevilacqua

REGGIO CALABRIA. I carabinieri della Stazione ‘Reggio - Gallico’ hanno arrestato Alessandro Bevilacqua, reggino di 27 anni, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale reggino. L’attività d’indagine condotta dai militari e coordinata dalla Procura della Repubblica ha permesso di appurare le presunte responsabilità dello stesso in ordine al reato di furto aggravato in abitazione, commesso nello scorso mese di maggio, all’interno dell’appartamento di proprietà di due fratelli, dove si era introdotto previa effrazione della finestra posta sul retro dello stabile, asportando svariati gioielli in oro e diverse armi regolarmente detenute in un armadietto metallico blindato (5 fucili e una pistola).Gli accertamenti effettuati dai carabinieri della Stazione hanno permesso di verificare che il reo era entrato in azione alle prime ore della mattinata 10 maggio, utilizzando una Fiat Uno. Ancora una volta fondamentale per il positivo esito delle indagini è stata la conoscenza del territorio messa in luce dai militari che sono riusciti a ricostruire nei dettagli la vicenda, individuando il responsabile anche grazie all’ausilio delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona del reato, riuscendo nello specifico ad apprezzarne la statura e altre caratteristiche fisiche quali il modo di camminare e il modo di vestire, conosciuto personalmente dagli operanti a causa dei suoi pregiudizi penali. Il provvedimento restrittivo è stato eseguito dai carabinieri della Stazione presso la Casa circondariale di Reggio-Arghillà, dove lo stesso rimarrà a disposizione dell’Autorità giudiziaria reggina.

ELEZIONI REGIONALI. 'Alternativa popolari per la Calabria' candida alla presidenza il senatore Nico D'Ascola

REGGIO CALABRIA. Il senatore e noto penalista reggino Nico D'Ascola è il candidato alla presidenza della Regione per Alternativa popolari per la Calabria, formata da Ncd e Udc, alle regionali del 23 novembre. Lo hanno annunciato il coordinatore nazionale Ncd Gaetano Quagliariello e il segretario Udc Lorenzo Cesa. “La mia candidatura - ha detto D'Ascola - costituisce un punto di partenza nell'ambito dell'intesa Ncd-Udc per la creazione di un polo moderato, veramente innovatore, da anni atteso dall'elettorato. «La mia candidatura a presidente della regione Calabria - ha detto il senatore D’Ascola - costituisce un punto di partenza nell'ambito dell'intesa tra Ncd-Udc per la creazione di un polo moderato, ma veramente innovatore. Da anni atteso dall' elettorato. Così intesa - prosegue - costituisce l'occasione per l'acquisizione di un forte patrimonio identitario volto a distinguerci da ogni altro partito politico nel rispetto della grande tradizione dei partiti popolari europei”.

CATANZARO. Domani sciopero generale indetto dalla Confederazione Usb

CATANZARO. Uno sciopero giusto e necessario, per protestare contro questo governo e le sue manovre che regalano soldi ai ricchi, eliminando servizi pubblici ai cittadini e che fanno pagare ai lavoratori il peso di una crisi provocata da altri. Uno sciopero utile a dire no alla legge di stabilità che piace alla Trojka. Basta, quindi ad un governo che: aumenta la povertà e la disoccupazione; cancella diritti e libertà; privatizza scuola e sanità; ci toglie la pensione e il Tfr. Uno sciopero anche contro i governi della regione che si sono succeduti in questi anni e contro una pseudo politica regionale, che tanti danni sta provocando alla Calabria ed ai calabresi. Al Governo nazionale chiediamo l’immediato sblocco dei contratti del pubblico impiego, l’assunzione dei precari nella pubblica amministrazione, il blocco della riforma della scuola, la reinternalizzazione di tutti i servizi pubblici e di non toccare le nostre pensioni ed il nostro Tfr. Al futuro governo regionale, invece, chiediamo sin d’ora, una politica che risolva subito il problema della stabilizzazione dei precari Lsu-Lpu, che studi forme di reimpiego dei lavoratori in mobilità in deroga e dei cassintegrati, che ponga come centrale il problema della salute dei calabresi, aprendo e non chiudendo le strutture sanitarie pubbliche, che investa nel settore del trasporto pubblico locale. In occasione dello sciopero di domani, la Calabria manifesterà in piazza Matteotti, a partire dalle ore 10,30.

MOTTA SAN GIOVANNI. Domenica a Lazzaro ‘Torte in Piazza’ dell’associazione Athena

MOTTA SAN GIOVANNI. Partecipa anche tu domenica 26 ottobre alle ore 15:30 in piazza Chiesa – Lazzaro alla seconda edizione di torte presentata dall’associazione Athena. Nel corso del pomeriggio sarà possibile visitare gli stands artiagroalimentare e a fine serata torte per tutti. La torta più buona vincerà una targa e un cesto di bontà. La gara è aperta ai singoli, gruppi e associazioni. Il contributo per la partecipazione alla gara è di 3 euro. Le torte devono essere consegnate a un componente dell’associazione Athena dalle ore 15:30 alle ore 17 presso la piazza Chiesa. A fine serata, con un piccolo contributo si potranno degustare le torte in gara. Ti aspettiamo.
il presidente Giuseppina Ferrara

VIBO VALENTIA. Esercito Dual Use: supportato dal 2° Reggimento ‘Sirio’ lo sbarco notturno di migranti

VIBO VALENTIA. Personale e mezzi del 2° Reggimento Aviazione dell'Esercito “Sirio” di Lamezia Terme, sono intervenuti per rendere più agevoli le operazioni di soccorso di 729 migranti, sbarcati lunedì scorso nel porto di Vibo Marina dal pattugliatore della Marina militare ‘Sirio’ in un’area portuale non servita da illuminazione. Su richiesta della Prefettura del capoluogo vibonese, un'aliquota di personale e mezzi del 2° Reggimento "Sirio" è intervenuta per fornire supporto logistico ed illuminazione alle delicate operazioni di soccorso dei migranti. Dopo essere stati attivati nel pomeriggio, l'aliquota del 2° Reggimento "Sirio", posto sotto il comando del colonnello Francesco Tessitore, si è tempestivamente rischierata presso il porto vibonese per rendere più agevoli e sicure, le attività sanitarie legate all'emergenza profughi in atto. Ancora una volta l'Esercito si conferma una risorsa per il Paese flessibile, pronta ad intervenire con immediatezza ed efficacia quando richiesto.

LAMEZIA TERME. Bancarotta: due imprenditori lametini raggiunti da misure cautelari personali

LAMEZIA TERME (CZ). I finanzieri della Sezione di polizia giudiziaria della Procura presso il locale Tribunale, in collaborazione con i militari del Gruppo lametino della Guardia di finanza, dopo aver concluso complesse indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Gip, che dispone l’obbligo di dimora nei confronti di due imprenditori, accusati di gravi reati fallimentari. Il provvedimento cautelare è stato emesso dall’autorità giudiziaria sulla base di approfondite indagini svolte dai militari, originate dal fallimento di una società di Lamezia Terme, operante nel settore del turismo, di cui gli imprenditori erano amministratori “di fatto”. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle ha permesso di appurare la commissione di vari reati fallimentari, che vanno dalla bancarotta documentale, avendo gli indagati tenuto, in parte, i libri e le altre scritture contabili in modo da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari, sino alla bancarotta patrimoniale, determinata dall’occultamento e dalla dispersione dei beni della società fallita. L’importo economico complessivo dei reati contestati agli imprenditori destinatari della misura cautelare supera i 2.900.000 euro. In particolare, le indagini condotte dai militari della Guardia di finanza hanno permesso di ricostruire una serie di artificiose operazioni poste in essere dagli imprenditori attraverso altre due società, costituite “ad hoc” con esiguo capitale sociale, che sono state dolosamente caricate di ingenti debiti e spogliate di ogni attività di rilievo, in vista della dichiarazione di fallimento. L’attività di servizio ha consentito di denunciare all’Autorità giudiziaria anche altri due soggetti, che agivano quali complici degli imprenditori lametini destinatari della misura cautelare eseguita dai finanzieri.

ELEZIONI COMUNALI. Adesioni al ‘Programma per la famiglia’

REGGIO CALABRIA. Il “Programma per la Famiglia” che congiuntamente, come “Forum delle Associazioni Familiari” ed associazione “La Manif Pour Tous”, abbiamo lanciato e proposto per questa campagna elettorale, voleva essere un contributo positivo sulle politiche familiari che necessariamente la prossima amministrazione comunale dovrà affrontare. Nei sei punti proposti si trovano semplici misure realizzabili a “costo zero” e che rappresentano un impegno concreto verso le famiglie (in particolare quelle numerose e quelle con all’interno persone con handicap) per una politica fiscale più equa e per stabilire un confronto ed un dialogo stabile con le

ELEZIONI COMUNALI. M5S su Piano comunale di Protezione civile

REGGIO CALABRIA. Ci rincuorano le delucidazioni dell’ingegner Zema, stimato professionista, circa l’aspetto tecnico fornito sulla condizione delle nostre fiumare, considerando salvo sempre il dovere di manutenzione dei letti delle stesse per l’incolumità pubblica. Ma quello che sarebbe un aspetto conseguenziale ad un evento metereologico di grande portata, ritengo debba essere adeguatamente integrato di altre considerazioni. Qual è la situazione relativa al Piano di Protezione civile del Comune di Reggio? L’alluvione di Genova è l’ultimo drammatico episodio che testimonia la fragilità idrogeologica del territorio italiano e il conseguente rischio per persone e cose che può trasformarsi in tragedia. La nostra penisola è altrettanto fragile davanti ai fenomeni sismici. Nessun allarmismo, ovviamente. Solo la necessità di promuovere la cultura della prevenzione sia

mercoledì 22 ottobre 2014

REGGIO CALABRIA. Presentato alla Provincia il progetto di riqualificazione della località Motta di Palmi

Papalia, Mezzatesta,Verduci, Saletta, Barone
REGGIO CALABRIA. “L’appellativo di belvedere più bello d’Italia, è questo il traguardo che ci prefiggiamo di raggiungere con l’intervento di riqualificazione della località Motta del Comune di Palmi”. Con queste parole il vicepresidente della Provincia, Giovanni Verduci, ha esordito alla conferenza stampa indetta per presentare il progetto redatto per la messa in sicurezza e l’abbellimento del suggestivo belvedere di Palmi. L’intervento, finanziato dalla Provincia con un contributo pari a sessantamila euro, illustrato dal progettista, l’architetto Giovanni Barone, prevede la realizzazione una serie di opere, compatibili con l'ambiente e con il paesaggio circostante, per rendere la zona fruibile in assoluta sicurezza. Le opere in progetto consistono in un importante intervento di sistemazione del cordonale stradale, con particolare attenzione alla messa in sicurezza e alla regimentazione delle acque meteoriche. Altri interventi mirano a rendere più gradevole l'area del belvedere, a contribuire al miglioramento dell'ambiente urbano e soprattutto a rendere il sito più fruibile da tutti, senza interventi invasivi e senza intaccare quella che è la bellezza naturale del luogo, accentuandone i caratteri. “A chi mi rimprovera di subire troppo il fascino della città di Palmi – ha poi aggiunto Verduci – e di essere particolarmente attento alle richieste che giungono da quel territorio, rispondo che solo attraverso la giusta sinergia tra enti si possono raggiungere importanti risultati. Palmi è una città che continua a crescere grazie all’ottimo lavoro dei suoi amministratori che, spinti dai più giovani, si adoperano quotidianamente per il bene comune. Dopo il sentiero di Rovaglioso – ha poi concluso - anche il Belvedere Motta rappresenterà un fiore all’occhiello non solo di Palmi ma dell’intero territorio provinciale”. All’incontro hanno preso parte il sindaco del Comune tirrenico Giovanni Barone, il vicesindaco e consigliere provinciale Giuseppe Saletta, il consigliere comunale Antonio Papalia, il dirigente provinciale Giuseppe Mezzatesta e Natalia Saffioti, rappresentante della “corporazione dei Marinai della Varia”, che ha annunciato l’intenzione della corporazione di donare un cannocchiale panoramico da installare a conclusione dei lavori.Gli amministratori di Palmi, nei vari interventi, hanno ringraziato i tecnici provinciali e comunali per l’ottimo lavoro svolto, sottolineando la sensibilità manifestata dal vicepresidente Giovanni Verduci che “ancora una volta, dimostra di saper dare concretezza alle idee, sostenendo tutte quelle iniziative che per la comunità palmese rappresentano occasione di riscoperta e promozione del proprio patrimonio ambientale, paesaggistico, culturale”.

ROMA. La Procura chiede nuovamente l'archiviazione della posizione del presidente della Federnuoto

Paolo Barelli
ROMA. Altra richiesta di archiviazione, da parte della procura, della posizione del presidente della Federnuoto Paolo Barelli per una presunta truffa legata all'inserimento di fatture per oltre 820 mila euro per lavori di manutenzione della piscina olimpica del Foro Italico in un contenzioso tra Federnuoto e la Coni Servizi, quest'ultima proprietaria dell'impianto. Il pm Roberto Felici, al quale il gip aveva chiesto un supplemento di indagini dopo una prima richiesta di archiviazione, ha motivato la nuova iniziativa ribadendo l'insussistenza del reato di truffa preso in esame nei confronti dello stesso Barelli. Le fatture, secondo quella che era l'ipotesi di accusa, non dovevano essere oggetto di rimborso in quanto parte di un finanziamento di 2.100.000 euro erogato alla Federnuoto nel 2005 dal ministero dell'Economia per la piscina olimpica in vista dei mondiali di nuoto del 2009. L'inchiesta aveva preso le mosse proprio da una segnalazione del Coni seguita a «procedure di audit nei confronti delle Federazioni.

ROMA. Ministro Alfano: ‘Tiberio Bentivoglio tutelato e assistito dalle autorità di pubblica sicurezza’

Tiberio Bentivoglio
ROMA. Il commerciante reggino Tiberio Bentivoglio, «vittima di atti intimidatori a scopo estorsivo, non risulta essere testimone di giustizia», ed è stato tutelato dalle autorità di pubblica sicurezza. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, rispondendo al question time, ad un'interrogazione di esponenti di Fdi. «Dopo che l'imprenditore è stato ferito - ha ricordato Alfano - è stata disposta la tutela e, in seguito ad un ulteriore atto intimidatorio nell'aprile scorso, l'Ucis, su proposta del prefetto di Reggio Calabria, ha rafforzato la protezione, tuttora in vigore, assegnando all'uomo una vettura blindata e intensificando il servizio di vigilanza su casa e attività commerciale». Il ministro ha infine sottolineato che a Bentivoglio «sono stati concessi, a vario titolo, 835mila euro nel corso degli anni dal Fondo di solidarietà per le vittime delle richieste estorsive».

ELEZIONI REGIONALI. Giovanni Nucera: ‘il mio nome non si troverà in nessuna lista’

REGGIO CALABRIA. Nei prossimi giorni quando tutte le liste per le elezioni regionali saranno presentate, il mio nome non si troverà in nessuno di esse. Darò conto con un’ampia pubblicazione in via di elaborazione, del lavoro che ho svolto negli anni in cui migliaia e migliaia di calabresi mi hanno “mandato” in Consiglio perché li rappresentassi insieme ai loro problemi. Ma intanto e subito voglio ringraziare quanti, e sono stati molti, mi hanno chiesto di impegnarmi nuovamente a partire dagli esponenti politici con cui in questi anni ho condiviso ansie, speranze e

AEROPORTO. Da Enac importanti rassicurazioni: a dicembre la concessione trentennale

REGGIO CALABRIA. ‘Le criticità e gli ostacoli che hanno frenato lo sviluppo del nostro scalo saranno a breve superate, pertanto, siamo un po’ più ottimisti in merito alle prospettive future in quanto riteniamo di poter raggiungere quei traguardi tanto ambiti che finalmente consentiranno il rilancio del nostro aeroporto’. È quanto si legge in una nota diffusa dalla Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto in esito all’incontro svoltosi presso la sede della Direzione Centrale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e al quale hanno preso parte i funzionari responsabili dell’Enac guidati dal direttore generale Alessio Quaranta, il presidente della Sogas spa Carlo Alberto Porcino, il management e i tecnici della società, il socio Provincia di Reggio Calabria, rappresentata dal presidente Giuseppe Raffa, il socio Regione Calabria, rappresentata dall’assessore ai Trasporti Luigi Fedele, l’onorevole Nino Foti e l’onorevole Vincenzo Garofalo componente della Commissione trasporti della Camera dei Deputati. Come concordato con le

REGGIO CALABRIA. Canile Mortara: il Tar sospende l'assegnazione ad Aratea

REGGIO CALABRIA. “Più volte abbiamo sollecitato le autorità competenti ad analizzare quanto successo nella controversa gestione del bando per il canile di Mortara e più volte abbiamo sottolineato come il tanto – da più parti – auspicato “ripristino della legalità” dovesse essere demandato alle pronunce e non a provvedimenti amministrativi eseguiti manu militari. I fatti non fanno che darci ragione”. Così i volontari dell’associazione onlus Dacci una zampa commentano la pronuncia del presidente del Tar reggino Roberto Politi, che accogliendo l’istanza incidentale di sospensiva presidenziale articolata dall’avvocato Maria Letizia Monterosso ha sospeso l’efficacia del provvedimento assunto dall’Amministrazione comunale di Reggio Calabria con il

REGGIO CALABRIA. Il segretario generale Cisal Francesco Cavallaro incontra Lillo Zappia e Giuseppe Falcomatà

da sx Lillo Zappia, Francesco Cavallaro, Giuseppe Falcomatà
REGGIO CALABRIA. Il segretario generale della Cisal Francesco Cavallaro ha partecipato a un incontro tenutosi nella sede provinciale della Cisal. Il segretario dell’Unione provinciale Lillo Zappia ha esposto un’articolata relazione introduttiva incentrata prevalentemente sulla grave crisi che attanaglia il Comune e la sua Provincia. E’ intervenuto per un breve saluto al medesimo incontro il candidato sindaco Giuseppe Falcomatà, il quale, nel porgere il suo cordiale saluto di ringraziamento per l’invito rivoltogli, si è impegnato, sempreché premiato dai cittadini di Reggio, a fare di tutto perché possa realizzarsi quel tanto agognato “progetto di rinascita” della intera comunità cittadina. Il segretario generale della Cisal Franco Cavallaro, preso atto della drammaticità della vastissima problematica che investe, in particolare, il Comune di Reggio Calabria, le cui naturali conseguenze vanno ad incidere profondamente sulla “carne viva” della cittadinanza, determinando, così, l’accrescersi di uno stato di malessere, giunto al limite della umana sopportazione, ha ribadito la sua piena ed incondizionata disponibilità, sia in termini di proposizione politico-sociale, che in termini di stimolo nei confronti delle Istituzioni ai vari livelli di responsabilità. Ha concluso il suo corposo e puntuale intervento formulando al candidato al Consiglio comunale Lillo Zappia, segretario generale dell’Unione provinciale della Cisal di Reggio Calabria, gli auguri più sentiti di un ottimo risultato.

VIBO VALENTIA. Sbarco 729 migranti: fermato un presunto scafista tunisino

VIBO VALENTIA. E’ giunta alle 20 di ieri nel porto di Vibo Valentia Marina, scortato dai mezzi navali della Capitaneria di porto, della Guardia di finanza e dei carabinieri, la nave della Marina militare italiana “Sirio”, appartenente al Comando forze da pattugliamento di Augusta e inglobata nell’operazione “Mare Nostrum”. Il pattugliatore aveva a bordo 729 migranti di varie nazionalità africane: Palestinese, Zambia, Nigeria, Eritrea, Pakistan, Sudan, Etiopia, Siria, Mali e Libia. I migranti, alloggiati sul ponte di volo della Nave, già visitati dallo staff medico imbarcato sulla nave della Marina al momento del soccorso, si presentavano in discrete condizioni di salute. Gli stessi erano stati recuperati nei giorni scorsi nelle acque del Canale di Sicilia, a bordo di due barconi e un gommone alla deriva. Tra i migranti soccorsi 587 uomini, 98 donne di cui 2 in stato di gravidanza e 44 minori. Il dispositivo di accoglienza e verifica disposto dal prefetto di Vibo Giovanni Bruno, ha visto impiegate le varie forze dell’Ordine – Polizia – Carabinieri – Guardia di finanza – Guardia costiera – Corpo forestale, Vigili del fuoco, l’Asp, la Protezione civile e le Associazioni di volontariato presenti sul territorio, che hanno contribuito ognuno, per quanto di competenza, alle attività predisposte nella riunione di coordinamento tenutasi nel pomeriggio di ieri presso la sede della locale Guardia costiera e presieduta dal Prefetto.
I primi a salire a bordo del pattugliatore, sono stati i sanitari del 118, che hanno effettuato le verifiche sanitarie dei migranti e delle donne in stato di gravidanza. Subito dopo sono salite le squadre interforze di polizia giudiziaria della Squadra mobile della Polstato, del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza, dei Carabinieri e della Guardia costiera. Le attività d’indagine svolte dal pool investigativo interforze, finalizzato ad individuare eventuali “scafisti”, si è concluso dopo diverse ore di raccolta di testimonianze fornite da taluni migranti, che hanno contribuito a definire le responsabilità dello scafista, di nazionalità tunisina. Il tunisino è stato posto in stato di fermo e posto a disposizione della Procura della Repubblica che, tramite il procuratore capo Mario Spagnuolo ed il sostituto procuratore di turno, ha seguito in ogni momento l’evolversi della situazione. Successivamente si è provveduto alle attività di sbarco dei migranti, all’identificazione ed al trasferimento degli stessi con i pullman nelle strutture ricettive secondo un piano di accoglienza predisposto dal ministero dell’Interno. In particolare 148 migranti permarranno nella Provincia di Vibo ed i rimanenti verranno trasferiti nelle altre Regioni. La nave della Marina militare “Sirio”, intorno alle 23 di ieri ha ripreso la navigazione per il rientro ad Augusta (SR).

ELEZIONI COMUNALI. Agliano (Reggio Futura): ‘La difesa della famiglia deve essere un valore per il centrodestra reggino’

REGGIO CALABRIA. E’ innegabile che, soprattutto negli ultimi anni, in Italia e anche nella nostra Reggio, le parole politica, partito e quindi esponenti politici, suscitino nell’immaginario collettivo una sempre maggiore diffidenza arrivando persino a tingersi di rancore e ostilità. Lo afferma Giuseppe Agliano, candidato al comune nella lista di “Reggio Futura” che sostiene il candidato a Sindaco Lucio Dattola. Molti politologi nostrani – sostiene Agliano - si sono affrettati ad attribuire questo diffuso malessere alla scadente classe politica attuale e alla campagna mediatica scatenata da importanti organi d’informazione nazionali. Tuttavia, in un’epoca contraddista dall’opportunismo, dalla menzogna e dalla cupidigia di potere, sarebbe estremamente ipocrita non ammettere gli errori della politica e dei suoi rappresentanti sia nazionali che locali. Così stigmatizza il candidato di “Reggio Futura” - cercare di nascondere anche

CALCIO JUNIORES. Nulla di fatto tra Rizziconi e Villese

Iannone in azione (ph Diabolik Calcio)
RIZZICONI. Nonostante il risultato finale che lascia intendere sia stata una gara ricca di emozioni, il match, valevole per la seconda giornata del campionato regionale juniores, è stata caratterizzata da eccessivo nervosismo. Tanti ammoniti e nelle ripresa Tarich e Nocera vengono mandati dall’arbitro anzitempo negli spogliatoi. Le due squadre restano in dieci sul risultato di 2 a 2  e gli ultimi 10 minuti viene espulso anche Cortese e i padroni di casa rimangono in nove. Alla Villese va riconosciuto il merito di aver raddrizzato due volte le sorti dell’incontro.Brutta partita da dimenticare e dopo il brillante esordio casalingo contro la Cittanovese un passo indietro per i ragazzi dei mister Sergi e Sassi. Per gli ospiti migliore in campo Iannone ha trascinato la squadra al pareggio. Nel Rizziconi Coppola autore di una doppietta.
RIZZICONI - VILLESE - 2 - 2
MARCATORI:  Coppola, Iannone, Coppola, Morabito
VILLESE: Votano, Lapira (Geria), Cristiano (Falcone), Nocera, Cuzzocrea, Barresi, Bentivoglio (Spezzano), De Franco, Iannone, Romano (Buda), Morabito. all. Sergi e Sassi M.
a disposizione: Sassi D., Crisalli
RIZZICONI: Romeo, Cavallaro, Coppola, Rottura, Scambattera, Goclaci, Sette, Pesa, Rotolo, Arcuri, Tarich. all. Naso
a disposizione: Inzitari, Iacopino, Geraci, Cortese, Trimarchi, Di Maria, De Leo
ARBITRO: Palmieri di Crotone

OPPIDO MAMERTINA. L'Amministrazione Giannetta dona un quadro al Santuario Maria SS Annunziata

OPPIDO MAMERTINA. Al termine della messa domenicale, la locale Amministrazione comunale ha donato al Santuario "Maria SS Annunziata" un dipinto della pittrice Rosanna Trimboli. L'opera è stata consegnata dal sindaco Domenico Giannetta al Rettore del Santuario Don Letterio Festa nella Sala Episcopale adiacente la Cattedrale oppidese.
Il quadro, classificatosi al terzo posto nell'Estemporanea di Pittura dal tema "Culto e Grazie di Maria SS Annunziata in Oppido Mamertina" tenutasi lo scorso 14 agosto proprio nella cittadina preaspromontana, entra dunque a far parte del vasto patrimonio artistico della Cattedrale della Diocesi di Oppido - Palmi. L'opera, che raffigura la scena dell'Annunciazione a Maria collocata nello scenario del centro archeologico di Oppido Vecchio, è stata scelta per il significato che ad essa viene dato, ossia rappresentare l'inscindibile connubio tra il territorio di Oppido Mamertina e il culto per Maria SS Annunziata. "Ci sentiamo in dovere, come cittadini, come amministratori e come cristiani di donare quest'opera d'arte al Santuario. Con Don Letterio Festa siamo stati subito d'accordo sul significato dell'opera - ha spiegato il Sindaco Domenico Giannetta - e abbiamo deciso che questo dipinto debba essere conservato nel luogo dove il culto per la Madonna Annunziata ha il suo epicentro". "Ringrazio il Sindaco e tutta l'Amministrazione Comunale per questo prezioso dono. - Ha detto in conclusione il Rettore del Santuario, Don Letterio Festa - Questo dimostra ancora una volta quanto questa amministrazione sia vicina a noi e quanto sia importante per loro il culto per Maria SS Annunziata, patrona della nostra Oppido e della nostra Diocesi."

LAMEZIA TERME. Gianturco (CasaPound): “Grande partecipazione alla nostra assemblea pubblica contro chiusura Tin”

LAMEZIA TERME (CZ). “Più di 600 firme in un pomeriggio sono un grande successo e, soprattutto, sono la prova che la città è stanca di subire continui soprusi”. Sono queste le parole di Mimmo Gianturco, coordinatore di CasaPound Italia in Calabria, il quale esprime immensa soddisfazione per i risultati ottenuti dal movimento politico da lui guidato, nella lotta contro la chiusura dei reparti Tin e neonatologia del nosocomio di Lamezia Terme. “E’ importante rimanere tutti uniti in modo tale da raggiungere insieme l’obiettivo che ci siamo posti, ovvero quello di difendere la nostra sanità. La classe dirigente, regionale e locale, effettua costanti depauperamenti alla nostra città e noi dobbiamo impedire che tutto ciò continui. Dobbiamo batterci affinché i nostri diritti siano rispettati”. “Per porre fine a questo scempio, - ha proseguito il responsabile di CasaPound - che inevitabilmente porterà alla chiusura totale dell’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia, in seguito al dibattito pubblico tenutosi domenica scorsa nella piazzetta Ardito, abbiamo avviato una petizione, in forma cartacea, per inviare ai politici ed al commissario Pezzi un messaggio forte e chiaro e cioè che noi non molliamo”. “Chiunque fosse interessato partecipare alla suddetta raccolta firme, potrà farlo recandosi presso il punto raccolta permanente della nostra sede sita in via Lazio 76, tutti i pomeriggi oppure nei prossimi banchetti che organizzeremo in piazza. Tutta la cittadinanza - ha concluso Gianturco - è invitata a prendere parte a questa importante lotta, perché in ballo c’è il nostro diritto alla vita”.

lunedì 20 ottobre 2014

BOVALINO. L’opposizione si ritira sull’Aventino

BOVALINO. I consiglieri di opposizione del Consiglio comunale (Enrico Tramontano, Antonio Zurzolo, Vincenzo Maesano, Antonio Muscari, Francesco Zappavigna e Francesco Perrone) hanno assunto la decisione di non prendere parte alla seduta del Consiglio comunale che, per l’ennesima volta, si riunirà in seconda convocazione per il giorno 21 ottobre alle ore 17, con all’ordine del giorno importanti argomenti tra cui l’esame e l’approvazione del “bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 – pluriennale 2014- 2016”. Nel comunicare il loro disimpegno, i suddetti consiglieri di opposizione stigmatizzano il comportamento reiterato da parte del Sindaco (e di quel che rimane della sua maggioranza) di assoluta e mai celata mancanza di rispetto nei

SCILLA. ‘Calabria in pillole’ momenti informativi del Galbatir giovedì a Castello Ruffo

SCILLA. “Calabria in pillole” sbarca nella cittadina della Costa Viola. Il quinto momento informativo del GalBatir si terrà giovedì 23 ottobre alle ore 18 nella suggestiva Sala delle Armature del Castello Ruffo. Il penultimo appuntamento di Calabria in Pillole: momenti informativi del Galbatir, ciclo di sei seminari organizzati dal Gal Batir in collaborazione con Sykea Associazione Turistica Culturale, vedrà la musica protagonista con uno "Showcase" e due musicisti di straordinaria bravura che racconteranno il loro particolarissimo viaggio nella musica calabrese, Mimmo Cavallaro e Francesco Loccisano. Ad accompagnarli fornendo i “preziosi strumenti”- da cui non si separano mai nei loro concerti - la Liuteria Oliver dello scillese Sergio Pugliesi. A momenti di dialogo, domande e confronto si alterneranno espressioni artistiche dei due musicisti: Mimmo Cavallaro, indiscusso leader del movimento popolare, è un

REGGIO CALABRIA. Mercoledì la presentazione del progetto di riqualificazione del ‘Belvedere Motta’ di Palmi

REGGIO CALABRIA. Mercoledì 22 ottobre, alle ore 11:30, presso la Sala Biblioteca del Palazzo Storico della Provincia, sarà presentato il progetto esecutivo di riqualificazione del “Belvedere Motta” del Comune di Palmi. Alla conferenza stampa interverranno il presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il vicepresidente Giovanni Verduci, il sindaco di Palmi Giovanni Barone, il vicesindaco Giuseppe Saletta, il consigliere Antonio Papalia, il dirigente provinciale del settore Salvaguardia delle coste Giuseppe Mezzatesta.

REGGIO CALABRIA. Dacci una zampa: ‘In base a quale convenzione Metauria interviene in città?’

REGGIO CALABRIA. “Ad oltre una settimana dall’infelice sortita della dirigente del Settore politiche ambientali che pretendeva di rendere esecutiva manu militari un’assegnazione su cui pesano un ricorso al Tar, un ricorso in autotutela, una diffida tramite pec, un atto stragiudiziale di invito a diffida, nonché un’istanza di annullamento del bando, sebbene alcuna decisione sia stata presa dai commissari, ditte private hanno iniziato ad occuparsi dell’accalappiamento – allo stato abusivo – dei cani in città”. E’ grave, seria ma precisa la denuncia fatta dai volontari di Dacci una zampa, che senza mezzi termini dicono “se è vero che il nuovo bando per accalappiamento e gestione dei cani catturati e catturandi nel comune di Reggio Calabria con scadenza il 20 ottobre 2014, vogliamo sapere in base a quale accordo o convenzione negli ultimi giorni i mezzi di Metauria sono stati visti operare nella

VELLETRI. Scarcerati dal Gip i tre fratelli imprenditori arrestati dalla Guardia di finanza di Catanzaro

VELLETRI (RM). Il gip del locale Tribunale ha accolto l'istanza di scarcerazione presentata dall'avvocato Francesco Pagliuso, del Foro di Lamezia Terme, per i tre imprenditori di Latina, i fratelli Maurizio, Roberto e Salvatore Martena, titolari della società Ilsap arrestati dalla Guardia di finanza di Catanzaro per truffa all'Ue e allo Stato, falsità ideologiche e abuso. I tre imprenditori erano stati arrestati in quanto la loro società, beneficiaria dei contributi statali, si sarebbe dovuta impegnare nella realizzazione di un articolato progetto di natura scientifica per lo studio, la sperimentazione, lo sviluppo e la produzione di un innovativo carburante «bioavio» per l'aeronautica civile e per gli impianti di produzione di energia alimentati da turbine a gas. Combustibile da biomassa che, secondo quanto sottoposto all'attenzione del ministero per lo sviluppo economico per ottenere il finanziamento, sarebbe stato ottenuto dalla lavorazione degli scarti di macellazione, in particolare da carcasse di bovini, e doveva essere utilizzato per alimentare turbine per la produzione di energia elettrica e per diluire il gasolio utilizzato nell'aviazione civile in modo da ridurre l'inquinamento e, in particolare, le emissioni di co2. Nell'ambito dell'operazione della finanza vennero sequestrati anche beni per un valore di undici milioni di euro.

CATANIA. Giovedì la prestazione del romanzo Sale di Sicilia di Mariacristina Di Giuseppe

CATANIA. «Questo romanzo è un atto d’amore, un’ode alla Sicilia, una serenata per entrare nelle grazie di questa terra e naufragare nella sua passione, sapendo che anche un solo passo di danza sbagliato potrebbe essere sufficiente a infastidirla, a vederla rinchiudersi nella sua pigra e nobile indolenza». Si apre così, con una prefazione di Neri Marcorè, il romanzo Sale di Sicilia di Mariacristina Di Giuseppe, edito da Navarra Editore. Un romanzo che segna la nascita di una nuova autrice e quindi, in questa occasione, la presentazione delle Matte da Leggere - fissata per giovedì 23 ottobre alle 17:30 nei locali del Monastore di Officine Culturali, all’interno del Monastero dei Benedettini – sarà doppia (e forse anche tripla, se Edoardo De Angelis, cantautore che

REGGIO CALABRIA. Rumeno arrestato per rapina: refurtiva recuperata dalla Polstato

REGGIO CALABRIA. Un cittadino rumeno, N. A., 25 anni, è stato arrestato per rapina da personale dell’Upgsp, diretto dal vice questore aggiunto Luciano Rindone che si avvale della collaborazione del commissario capo Aldo Masciopinto. Il giovane è ritenuto responsabile di aver perpetrato, nelle ultime settimane, rapine in danno di anziani. Lo scorso 21 settembre, insieme a un complice, lo straniero, dopo essersi avvicinato a due donne nella centrale piazza Sant’Agostino e averle aggredite, ha strappato a una di esse la collana in oro che indossava. Nella serata di ieri, invece, in via Benassai, il 25enne rumeno ha aspettato che una connazionale scendesse dal bus per bloccarla alle spalle e impossessarsi del gioiello che portava al collo. Nell’immediatezza, un appartenente della Polizia di Stato in forza al locale Compartimento Polfer ha allertato il 113 indicando la direzione di fuga del malvivente il quale, dopo un breve inseguimento, è stato fermato e tratto in arresto dal personale dell’Upgsp in servizio di Volante che ha, inoltre, rinvenuto e restituito la refurtiva ai legittimi proprietari.
collanina in oro che la Polstato sospetta sia di provenienza furtiva
Il personale dell'Upgsp ha inoltre sequestrato a N. A., una collanina in oro indossata dal rumeno al momento dell'arresto. Gli investigatori sospettano che anche questo monile sia di provenienza furtiva ed hanno diramato alla stampa le foto per risalire all'eventuale proprietario. Nei confronti del giovane, era stata avviata un’attività investigativa che aveva condotto il Gip del Tribunale a emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, notificata al cittadino rumeno contestualmente all’arresto di ieri. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all’individuazione del complice. L’arresto si inquadra nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposta dal questore Guido Nicolò Longo, associata al modulo operativo degli interventi specifici del cosiddetto Focus ‘Ndrangheta, piano di azione nazionale e transazionale volto a contrastare il fenomeno criminale indicato e di cui l’attività di prevenzione dei reati predatori rappresenta uno degli obiettivi principali.

CITTANOVA. Rumeno tenta il suicidio e minaccia i soccorritori: arrestato dai carabinieri

CITTANOVA. Nella nottata appena trascorsa i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato M.D., 43 anni, cittadino romeno, poiché responsabile di tentate lesioni aggravate e minacce aggravate nei confronti di due connazionali, nonché di resistenza a pubblico ufficiale. Intorno alle ore 22.30 di ieri, i carabinieri, assistiti anche da personale del locale Commissariato di PS, sono intervenuti presso l’abitazione del romeno che versava in evidente stato di alterazione psicofisica, dovuta anche all’assunzione di alcolici, e che minacciava pericolosamente di suicidarsi gettandosi dal balcone. Il rumeno, inoltre, brandendo tra le mani un coltello da cucina e un mattarello, ha minacciato di colpire se stesso e chiunque gli si avvicinasse allo scopo di dissuaderlo dagli intenti autolesivi. Al termine di una mediazione verbale, condotta anche con l’assistenza di personale sanitario, alle ore 00.30, l’uomo è stato finalmente ricondotto alla calma e messo in sicurezza. Le immediate indagini condotte dai carabinieri della Stazione hanno consentito di risalire all’origine di un simile gesto così eclatante: M.D. poco prima ha ingaggiato una violenta lite per futili motivi con due suoi connazionali, un uomo e una donna, i quali, nel tentativo di interrompere le sue condotte autolesive, sono divenuti loro stessi vittime dell’uomo, che li ha aggrediti fisicamente e ha tentato più volte di colpirli con il coltello da cucina di cui disponeva.L’uomo è stato così arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Taurianova, in attesa del rito per direttissima.

SAN ROBERTO. La città dentro la montagna: Eco-laboratori della creatività

SAN ROBERTO. Dopo la suggestiva mostra fotografica sui centri e sulle bellezze dell’Aspromonte allestita nelle scorse settimane al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, il progetto “La città dentro la montagna” ideato dall’associazione Culturale Arte e Spettacolo “Calabria dietro le quinte”, ha visto la realizzazione di un’altra importante iniziativa, domenica 19 ottobre presso piazza Municipio a Colelli di San Roberto, gli eco-laboratori della creatività: un percorso ambientale ed ecologico rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni. L’attività è stata messa in campo grazie al contributo dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e alla fattiva collaborazione dell’associazione Colelli in Progress e al patrocinio del Comune di San Roberto e della Provincia di Reggio Calabria. Un team di animatori dell’associazione turistica “Allegra Tribù” ha coinvolto per una mattinata circa 20 bambini di diversa età in attività ludico-didattiche all’aria aperta con l’obbiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni alla tutela della natura e dell’ambiente attraverso la realizzazione di

SALTO OSTACOLI. Da venerdì a domenica le selezioni per Fiera Cavalli Verona

AUGUSTA (SR). Da venerdì a domenica, la struttura Adim ospiterà una competizione sportiva equestre di Salto Ostacoli, valida come selezione per la formazione delle squadre che parteciperanno alle gare che si terranno a Fiera Cavalli di Verona dal sei al nove novembre. Per questa occasione, ad Augusta, è prevista la presenza di centinaia di binomi provenienti da tutta la Sicilia, per partire staccare un biglietto per prendere parte ad una delle competizioni Nazionali più importanti dell’anno. In particolare, quella di Augusta, è una competizione divisa in tre giornate e due sono le squadre che si formeranno, quella pony e quella cavalli, per prendere parte alla Coppa delle Regioni.  Alla fine saranno selezionati quattro binomi per la categoria Pony e quattro binomi più uno di riserva per quella Cavalli. Vi ringraziamo per la collaborazione e siamo a vostra disposizione per ulteriori informazioni e per inoltrarvi del materiale fotografico. Vi segnaliamo che la giornata di domenica sarà quella clou e che solo nel tardo pomeriggio avremo i nominativi dei componenti delle due squadre, nominativi che vi invieremo tempestivamente corredati dalle foto dei cavalieri selezionati.

REGGIO CALABRIA. Rissa alla Villa comunale: tre rumeni arrestati dai carabinieri

REGGIO CALABRIA. Nella trascorso fine settimana, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia sono intervenuti all’interno della Villa comunale dove era stata segnalata una rissa. I militari operanti giunti sul posto, hanno constatato l’effettiva presenza di tre uomini che stavano litigando tra loro, dandosi calci e pugni, i quali presentavano evidenti segni di colluttazione addosso, notando inoltre che uno di loro impugnava il collo di una bottiglia in vetro rotta. Alla luce di quanto appurato, i militari operanti hanno provveduto tempestivamente a disarmare e separare i tre soggetti, conducendoli presso gli uffici della caserma di viale Calabria, dove sono stati identificati nei cittadini rumeni: P. L., 25 anni, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia; C. A., 43 anni, domiciliato a Villa San Giovanni, coniugato, disoccupato, incensurato; G. C., 45 anni, residente Reggio Calabria, coniugato, disoccupato, incensurato. Giunti in caserma i tre hanno assunto un comportamento ingiurioso e minaccioso nei confronti degli operanti, arrivando ad aggredirli. Nel frattempo sono stati sottoposti alle cure mediche dei sanitari intervenuti in caserma, i quali hanno rilasciato una prognosi rispettivamente di giorni 5, 5 e 7 per varie escoriazioni sul corpo. I tre sono stati dichiarati in stato di arresto per i reati di rissa e violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il Gip del Tribunale ha convalidato gli arresti eseguiti dai carabinieri, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di firma per uno di loro e liberando i restanti due, in attesa del dibattimento.

LAMEZIA TERME. Mega sequestro di prodotti insicuri o contraffatti

LAMEZIA TERME (CZ). I “baschi verdi” lametini hanno individuato un’attività gestita da un imprenditore di nazionalità cinese, esercente il commercio “all’ingrosso”, di articoli di vario genere, provenienti, in massima parte, dall’oriente asiatico. Prodotti che in gran parte non rispettavano le prescrizioni previste dalle leggi italiane e dell’unione europea. La mirata attività investigativa estesa in tutti i locali e su ogni prodotto presente all’interno della ditta ha permesso il rinvenimento e l’immediato sequestro amministrativo di oltre 2.144.818 articoli complessivi, tra cui monitor lcd, kit smontaggio iPhone, custodie per tablet complete di tastiera, carica batterie, per varie violazioni concernenti la mancanza di istruzioni in lingua italiana, delle indicazioni di provenienza e dei dati del soggetto importatore, di fondamentale importanza ai fini della effettiva tutela degli acquirenti. Tutti gli oggetti erano già posti in vendita ovvero pronti ad essere immessi in commercio. Un’accurata e puntuale verifica delle merci presenti all’interno di alcuni magazzini ha permesso di individuare e porre sotto sequestro, questa volta penale, anche ulteriori 167 prodotti contraffatti. Si tratta di copri pedaliere per auto, fari per biciclette e cuffie stereo recanti il marchio Momo. L’imprenditore è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica, per i reati di contraffazione e ricettazione, nonchè frode in commercio, in quanto alcuni prodotti sequestrati recavano la marcatura “ce” contraffatta. Inoltre, il titolare veniva sanzionato amministrativamente e segnalato alla Camera di commercio di Catanzaro. L’acquisto e l’uso di prodotti contraffatti e\o non conformi, a fronte di un iniziale risparmio economico per i prezzi di vendita inferiori agli “originali”, possono avere conseguenze anche molto gravi per la salute dei consumatori. Le sostanze di cui sono composti i prodotti contraffatti o non conformi sono sconosciute e prive di ogni controllo e test preventivo e successivo alla produzione. Detti generi illeciti potrebbero essere, quindi, non solo qualitativamente molto inferiori al previsto, ma addirittura fortemente nocivi per l’integrità e la sanità fisica di chi li adopera, specie a contatto diretto della propria persona, soprattutto se non ancora completamente sviluppata, come per i bambini.

SEMINARA. Giovane arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

SEMINARA. I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato N. F., 23 anni, del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari dell’Arma, nel corso del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno effettuato d’iniziativa il controllo del giovane, procedendo quindi alla perquisizione della sua abitazione. All’interno della residenza i carabinieri hanno rinvenuto 2,5 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, contenuta in un sacco di plastica, già essiccata e pronta per la commercializzazione. Inoltre hanno scoperto l’attrezzatura necessaria alla realizzazione di “piantagioni” in ambienti chiusi quali abitazioni o garage, costituita da grosse lampade per l’illuminazione, stufe con ventola ed il materiale utile per il confezionamento delle dosi, quali bilancini di precisione ed altro. La sostanza stupefacente e tutta l’attrezzatura sono state poste sotto sequestro. Si è stimato che la sostanza stupefacente sequestrata, se illegalmente immessa sul mercato, avrebbe consentito all’arrestato di commercializzare circa 2.500 dosi, con un guadagno netto di circa 25.000 euro. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, diretta dal procuratore capo ff Emanuele Crescenti.

REGGIO CALABRIA. Giovedì incontro Anassialos con Gianni Marcianò autore del volume “Il sapore della condivisione”

REGGIO CALABRIA. Promosso congiuntamente dalla Chiesa di San Giorgio al Corso e dall’Associazione Culturale Anassilaos si terrà giovedì 23 ottobre alle ore 19,15 presso la Chiesa di San Giorgio al Corso l’ncontro con Gianni Marcianò, autore del volume “ Il sapore della condivisione” con la prefazione di Mons. Salvatore Nunnari, Presidente della Conferenza Episcopale Calabra. Interverranno Don Antonio Santoro, Parroco della Chiesa di San Giorgio al Corso, Stefano Iorfida, Presidente di Anassilaos e l’autore che racconta la straordinaria storia, a Santa Venere, di circa 400 giovani volontari provenienti dalle parrocchie della città, sostenuta dai muratori del centro aspromontano, i “mastri”, guidata da un sacerdote, don Lillo Spinelli, splendido e

REGGIO CALABRIA. Borbotti (DpR) su Sinodo straordinario della famiglia

Augusto Borbotti
REGGIO CALABRIA. “Il Sinodo straordinario della famiglia, promosso dalla Chiesa Cattolica, ha tratteggiato, tra gli indicatori del disagio epocale, la tematica dei “genitori disoccupati, impotenti di fronte alle necessità primarie delle famiglie”. Tale messaggio di concretezza analitica del Sinodo concorre – assieme a tutte le altre riflessioni sulle motivazioni e sui caratteri della crisi della famiglia – ad offrire alle valutazioni della società politica un messaggio concreto che evidenzia la cognizione sociale del Ministero e supplisce alla insipienza delle istituzioni e del sistema dei partiti.” Lo afferma il movimento metapolitico “Destra Per Reggio” secondo cui “la condizione gravosa di genitori impotenti ad una corretta conduzione della famiglia – ed alla corresponsione delle primarie necessità della stessa – perché privi di lavoro, disoccupati, impossibilitati a produrre un

REGGIO CALABRIA. Mercoledì la presentazione del sistema di Credito complementare Medex

REGGIO CALABRIA. Si afferma anche in Calabria, dopo le positive esperienze già attive in altre regioni italiane ed all’estero il sistema di credito complementare basato su valori e strumenti di sostenibilità. Mercoledì 22 ottobre prossimo, a palazzo Campanella, a partire dalle ore 16, nella sala “Giuditta Levato”, la presentazione del circuito calabrese Medex, che sarà diffuso dalla Etich Capital srl, società costituitasi in Calabria per dare una risposta alla complicata situazione economica nazionale. Al tavolo dei relatori i presidenti di Confindustria Reggio Calabria Andrea Cuzzocrea, della Confesercenti Antonino Marcianò e di Confcommercio Giovanni Santoro, della Coldiretti Francesco Saccà e Francesco Agostino presidente della Ethic Capital. Sarà anche l’occasione per fare il punto sulla situazione dell’economia calabrese, e illustrare finalità, funzionamento ed obiettivo di questo innovativo strumento finanziario, che in altre aree in Italia ed in

BASKET. Prova di forza della Vis: Milazzo annichilita 90-59

REGGIO CALABRIA. La migliore Vis della stagione strapazza al PalaBotteghelle l’Amendolia Assicurazioni Milazzo e, dopo tre giornate, mantiene la vetta della classifica ancora imbattuta in coabitazione con Cosenza e Cefalù. I reggini, dopo un inizio equilibrato con i siciliani avanti anche di 5 lunghezze (7-12), hanno preso il comando delle operazioni sul finire del primo quarto, aumentando progressivamente il vantaggio. Quello di Grasso e compagni è stato un crescendo rossiniano. Un devastante parziale di 13-0 a inizio secondo quarto ha di fatto chiuso la gara, riducendo il secondo tempo a poco più di un allenamento. Difficile trovare fra i bianco/amaranto un migliore in campo. Tutti si sono espressi su altissimi livelli. Da Zampogna, regista impeccabile e cecchino implacabile che ha stravinto il confronto con Rath, a Tramontana, che ha martellato la retina ospite con continuità; da Grasso, artefice del break decisivo con 3 canestri consecutivi, a Warwick, un vero e proprio incubo per la difesa mamertina; ed ancora Pellegrino Yasakov, per nulla intimorito dal confronto col gigante americano Rahman, Carnazza, encomiabile in difesa, e i “baby” Viglianisi e Barrile, ormai autentiche certezze sulle quali, nonostante la giovanissima età, coach D’Arrigo può fare affidamento a occhi chiusi. E nel finale spazio anche per Di Dio, che ha messo nelle gambe minuti preziosi per fare esperienza nella categoria. Grande la soddisfazione a fine gara fra i dirigenti reggini. La Vis cresce di partita in partita, plasmata ad immagine e somiglianza del suo condottiero, coach Checco D’Arrigo.
Vis Reggio Calabria – Amendolia Assicurazioni Milazzo 90-59
(21-17, 47-25, 72-41)
Vis Reggio Calabria: Zampogna 17, Grasso 18, Carnazza 6, Pellegrino Yasakov 9, Warwick 17, Barrile 2, Tramontana 14, Viglianisi 7, Di Dio. Allenatore: D’Arrigo.
Amendolia Assicurazioni Milazzo: Sofia 2, Amato 3, Rath 9, Rahman 18, Li Vecchi 8, Coppolino 4, Scilipoti 2, Scozzaro 8, Italiano 4, Amendolia 1. Allenatore: Fiasconaro.
Arbitri: Massari di Ragusa e Caci di Gela.

ELEZIONI COMUNALI. Dattola aderisce alla campagna "Programma per la Famiglia" del "Forum delle Associazioni Familiari" e "La Manif Pour Tous".

REGGIO CALABRIA. La famiglia è e deve rimanere il bene prezioso su cui basare ogni nostra opera, su cui poggiare ogni nostro sforzo, su cui convergere ogni idea per lo sviluppo ed il rilancio. Non ha senso parlare di rilancio economico senza tener nel giusto e centrale conto l'importanza della famiglia, con tutte le sue problematiche ed esigenze. Un ente di qualsiasi natura e ordine, non può prescindere dal percorso tracciato dalla nostra cultura, dalla nostra costituzione, dalla nostra tradizione. In tal senso leggo con favore i punti programmatici sottoposti alla mia attenzione promossi congiuntamente dal "Forum delle Associazioni Familiari" e "La Manif Pour Tous". Aderisco al loro programma ed ai loro intenti e da Sindaco agirò con forza e decisione per dare alla famiglia il ruolo che merita nella vita della nostra città. Il rilancio di Reggio, di cui noi ci stiamo facendo promotori, passa dall'innovazione e dall'evoluzione ma si basa, imprescindibilmente, dal consolidamento di quei valori storici che da sempre accompagnano la nostra storia e la nostra comunità. La mia intenzione è quella di strutturare un'opera di rilancio e sviluppo che sulla famiglia ponga le sua fondamenta. Per poter essere una comunità competitiva nel nostro futuro non possiamo permetterci di dimenticare chi siamo e quali sono i valori di cui ci nutriamo.
Lucio Dattola

CALCIO LEGA PRO. Il riassunto della nona giornata

REGGIO CALABRIA. Benevento e Salernitana, nel match per il primato in classifica, non vanno oltre il pareggio e continuano a rimanere in testa a parità di punteggio, seguite da Casertana e Catanzaro, entrambe a quota 17 e da Lupa Roma e Juve Stabia a quota 16. La classifica per il momento rimane molto equilibrata. La Reggina dopo il pari dell'anticipo del venerdì, si avvicina un pò per volta alle zone basse della classifica. Il risultato più eclatante rimane la vittoria del Cosenza fuori casa contro il Matera, che gli permette di fare un balzo in classifica e di abbandonare l'ultimo posto, al momento occupato dall'Aversa Normanna.
Risultati della nona giornata
Benevento - Salernitana 0-0
Casertana - Barletta 2-1
Catanzaro - Ischia 2-1
Foggia - Savoia 1-0
Juve Stabia - Lecce 1-1
Martina - Aversa Normanna 3-1
Matera - Cosenza 2-3
Messina - Vigor Lamezia 1-0
Paganese - Melfi 2-2
In serie D la Nuova Gioiese perde in casa contro la Frattese, in un match ricco di goal, 3 a 4 il risultato finale. Il mister dei padroni di casa, a fine gara si lamenta dei pochi classe 96 a sua disposizione, la società fa sapere che si metterà subito all'opera per soddisfare le richieste del proprio allenatore. L'HinterReggio travolge il Noto per 4 a 0 e solidifica il secondo posto in classifica. Anche il Roccella trionfa fuori casa contro il Montalto e raggiungendo così quota 10 punti al pari di Agropoli, Frattese e Brolo.
Pasquale Scopelliti